Milan Protocol - 6th International Forum on Food and Nutrition: preparing a global food deal towards Expo 2015

Abbiamo una grande occasione alle porte: l’Esposizione Universale di Milano, che da maggio a ottobre del 2015 focalizzerà l’attenzione di tutto il mondo sul tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita.”

Abbiamo una grande occasione alle porte: l’Esposizione Universale di Milano, che da maggio a ottobre del 2015 focalizzerà l’attenzione di tutto il mondo sul tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita.”

Ispirandoci all’esempio del Protocollo di Kyoto, lanciato nel 1997 da gente illuminata per salvaguardare l’ambiente, abbiamo una grande opportunità per prendere degli impegni chiari e determinati verso il mondo con un nuovo Protocollo, quello di Milano sul cibo. Dalla sua fondazione nel 2009, il Barilla Center for Food & Nutrition si è impegnato a identificare e diffondere i grandi paradossi mondiali sul cibo.

È assurdo che oggi ci sia cibo in abbondanza per tutti ma centinaia di milioni di persone continuino a soffrire la fame; mentre lo spreco, il consumo eccessivo di alimenti e l’uso della terra per fini diversi da quelli alimentari sono all’ordine del giorno. Il cibo è spesso ridotto a mera merce di scambio, ha perso valore ed è divenuta addirittura oggetto di speculazione finanziaria. È arrivato il momento di agire! EXPO 2015, che porterà in Italia leader da tutto il mondo, rappresenta una straordinaria occasione per rimettere il cibo al centro delle agende politiche. Per affrontare le grandi sfide alimentari che abbiamo davanti, il Protocollo di Milano si pone tre grandi obiettivi.

1. Lotta alla fame e all’obesità, promuovendo stili di vita sani sin dall’infanzia.

2. Promozione di un’agricoltura sostenibile e lotta alla speculazione finanziaria sulle materie prime alimentari.

3. Combattere lo spreco alimentare, a Nord come al Sud del Pianeta, dai campi alle tavole.

Vogliamo chiamare le istituzioni, le imprese, e la società civile intera a rispondere a queste tre grandi cause, affinché facciano proprio il Protocollo e stimolino i Paesi che parteciperanno a EXPO ad adottarlo. Dal suo lancio alla fine del 2013, il Protocollo è stato migliorato grazie al contributo di centinaia di esperti da tutto il mondo. Il documento continua a ricevere stimoli di miglioramento, ottenendo una forte adesione in Italia e all’estero: dal Presidente del Consiglio italiano Matteo Renzi ai parlamentari italiani ed europei; dal WWF a Legambiente; da Coldiretti a Confagricoltura; da Save the Children al Banco Alimentare; da Eataly a Slow Food, per citarne solo alcuni. Pur con tante difficoltà, il Protocollo di Kyoto è riuscito ad aumentare la consapevolezza di tutti sulle tematiche urgenti da affrontare in campo ambientale, portando di recente a uno storico accordo tra Cina e Stati Uniti, i due più grandi inquinatori a livello mondiale che per anni avevano rifiutato di aderire al Protocollo di Kyoto. In Italia si trovano le principali agenzie mondiali dell’alimentare: dalla FAO al World Food Program, dall’IFAD all’EFSA a Parma. È una dimostrazione che all’Italia il mondo riconosce un ruolo determinante in campo alimentare. Pochi giorni fa, durante una conferenza alla FAO, il Papa ha chiesto alla comunità internazionale una nuova visione del mondo, con nuove regole rivoluzionarie per contrastare le grandi contraddizioni del mondo moderno in campo alimentare. Il Protocollo di Milano è il documento che ha messo nero su bianco tali regole, proponendo piani dettagliati per restituire dignità alle persone come chiesto dal Santo Padre. Non dobbiamo perdere l’occasione per affrontare in modo serio questioni che sono fondamentali per il nostro futuro. I sei mesi di Expo 2015 possono essere più di una pur splendida vetrina con le migliori eccellenze alimentari. Dobbiamo lasciare un’eredità profonda e duratura: lo dobbiamo a chi verrà dopo di noi.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Normativa sui Cookie.   Leggi tuttoOk