Lo spreco alimentare - Cause, impatti e proposte

Un’analisi puntuale di un fenomeno complesso, lo spreco alimentare, che rappresenta uno dei principali paradossi globali. Il paper guida alla scoperta degli sprechi a ogni livello della filiera agroalimentare, del lungo cammino verso l’ottimizzazione della produzione e del consumo alimentari e delle possibili soluzioni.

L’analisi realizzata nel 2011 dalla FAO stima gli sprechi alimentari nel mondo in 1,3 miliardi di tonnellate all’anno, pari a circa un terzo della produzione totale di cibo destinato al consumo umano, mentre un’altra ricerca (Smil, 2010) indica che solo il 43% dell’equivalente calorico dei prodotti coltivati a scopo alimentare a livello globale viene direttamente consumato dall’uomo.

Istituzioni e letteratura specializzata definiscono gli sprechi alimentari in modi diversi pur non esistendo, tuttavia, una definizione univoca del fenomeno, né dati omogenei e confrontabili.

Il BCFN propone di distinguere tra:

- Food losses, ossia le perdite che si determinano a monte della filiera agroalimentare, principalmente in fase di semina, coltivazione, raccolta, trattamento, conservazione e prima trasformazione agricola;

- Food waste, ossia gli sprechi che avvengono durante la trasformazione industriale, distribuzione e consumo finale.

Limitandosi agli sprechi domestici e utilizzando diverse fonti statistiche nazionali (che non sempre sono del tutto comparabili) risulta che all’anno ogni persona spreca: 110 kg di cibo commestibile negli Stati Uniti, 108 in Italia, 99 in Francia, 82 in Germania e 72 in Svezia.

Nei paesi in via di sviluppo, invece, lo spreco alimentare si verifica soprattutto attraverso le perdite a monte della filiera.

Come interrompere un fenomeno che si rivela nella sua natura sistemica? Il BCFN, nel paper “Spreco alimentare: cause, impatti e proposte”  individua alcune possibili vie da percorrere attraverso l’informazione, l’educazione alimentare e il coinvolgimento di governi e istituzioni, produttori e distributori della filiera agroalimentare.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Normativa sui Cookie.   Leggi tuttoOk