Diete sostenibili - Buone per te, buone per l'ambiente

Il concetto di “dieta sostenibile” è costituito da una complessa rete di fattori nutrizionali, economici, ambientali, sociali e culturali che riguardano l’intera catena di approvvigionamento, nella quale agricoltori e consumatori rappresentano soltanto due tessere del puzzle.

Il concetto di “dieta sostenibile” è costituito da una complessa rete di fattori nutrizionali, economici, ambientali, sociali e culturali che riguardano l’intera catena di approvvigionamento, nella quale agricoltori e consumatori rappresentano soltanto due tessere del puzzle. Secondo l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO) «le diete sostenibili sono diete a basso impatto ambientale che contribuiscono alla sicurezza alimentare e nutrizionale nonché a una vita sana per le generazioni presenti e future. Le diete sostenibili concorrono alla protezione e al rispetto della biodiversità e degli ecosistemi, sono culturalmente accettabili, economicamente eque e accessibili, adeguate, sicure e sane sotto il profilo nutrizionale e, contemporaneamente, ottimizzano le risorse naturali e umane». La produzione di alimenti e i modelli di consumo hanno un enorme impatto non solo su salute e ambiente, ma anche sul sistema socioeconomico nel suo complesso. È per questo che le diete sostenibili rappresentano una base solida per un’economia sana che le istituzioni europee e gli Stati membri dovrebbero impegnarsi a raggiungere attraverso una strategia paneuropea. La Fondazione Barilla Center for Food & Nutrition (BCFN) vuole dare il proprio contributo a questa possibile strategia, fornendo un modello ottimale per il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità: la Doppia Piramide alimentare e ambientale, un pilastro su cui poggiare un’economia più verde e più sana in Europa.

La Fondazione BCFN ha creato la Doppia Piramide alimentare e ambientale come modello per mettere in relazione gli aspetti nutrizionali e l’impatto ambientale degli alimenti. Essa dispone i prodotti alimentari su una piramide tradizionale (alimentare) e una piramide rovesciata (ambientale). Nella piramide alimentare i prodotti che si trovano alla base andrebbero consumati più frequentemente, mentre andrebbero ridotti sempre di più quelli che si incontrano salendo verso il vertice. Nella piramide ambientale, al contrario, alla base si trovano gli alimenti che hanno un impatto maggiore sull’ambiente. Il modello della Doppia Piramide suggerisce un principio semplice: gli alimenti per i quali è raccomandato un consumo maggiore, poiché salutari per l’uomo, hanno anche un minore impatto sull’ambiente. La salute umana e la protezione dell’ambiente sono due facce della stessa medaglia che trovano risposta in un semplice modello alimentare sostenibile: la dieta mediterranea.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Normativa sui Cookie.   Leggi tuttoOk