21 mar 2018

FOCUS: IL MOOC UN CORSO ONLINE PER PROMUOVERE SISTEMI AGROALIMENTARI SOSTENIBILI NEL MEDITERRANEO

Il Bacino del Mediterraneo è considerato uno dei migliori hotspot della biodiversità del mondo1 . Questo perché si estende attraverso un’area - che va dalla punta del Portogallo alle rive del Libano e dall’Italia fino alle coste del Marocco – estremamente influenzata da condizioni climatiche differenti che offrono un paesaggio in continua evoluzione fatto di alte montagne, steppe semi-aride, zone umide, spiagge sabbiose e numerose isole di varie forme e dimensioni.

Tuttavia, oggi l'agricoltura mediterranea è minacciata da diversi fattori, come per esempio: la produzione agricola insostenibile; il sovrasfruttamento delle risorse naturali; la cattiva gestione dell'acqua, o ancora lo scarso valore nutrizionale dei prodotti e delle diete alimentari. Pertanto, davanti allo scenario attuale, che rischia di esacerbare le disuguaglianze e danneggiare l’ambiente, diventa sempre più necessario formare professionisti e studenti dando loro gli strumenti per re-inventare e re-immaginare il modo in cui produciamo il cibo. In questo contesto si inserisce il MOOC, Massive Open Online Course, un corso online universitario che nasce con l’obiettivo di fornire una panoramica delle sfide e delle opportunità dell’agroalimentare nel Mediterraneo in relazione al raggiungimento dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile definiti dall’Agenda 2030 dell’ONU.



IL CORPO DOCENTI

Diviso in 10 moduli interattivi, il MOOC vede la presenza di docenti provenienti da diversi Paesi dell’area euromediterranea e appartenenti al mondo accademico con un focus su temi di ambiente e sostenibilità.


Al Prof. Jeffrey Sachs – che si occupa della direzione scientifica del progetto – si affiancano, tra gli altri, docenti di spicco come: Riccardo Valentini, IPCC Group Premio Nobel per la pace nel 2007, Alessio Cavicchi, Università di Macerata, Sonia Massari, docente presso Gustolab International, Stefano Pascucci, Università di Exeter (UK), Amr Helal, CEO Health Tech (Egitto), Reema Tayyem, Università di Giordania, Gabriele Riccardi, Università Federico II di Napoli, Arbaoui Sarra, Istituto Nazionale Agronomico di Tunisia, Phoebe Kounduri, Università di Economia e Business di Atene, A. F. Abou Hadid e Eissa Ali Abdelaziz, Università Ain Shams (Egitto), Maite Aldaya, Università Complutense di Madrid e Angelo Riccaboni, Università di Siena. 


A CHI SI RIVOLGE

Il MOOC è indirizzato a professionisti del settore e decisori politici che avranno la possibilità di capire come promuovere nel mondo gli stili di vita e le diete sostenibili – tipici della tradizione mediterranea - e i corretti principi di educazione alimentare. 

Il MOOC è dedicato anche ai docenti che potranno seguire i vari moduli e, al tempo stesso, scegliere di inserirlo all’interno del proprio programma educativo come parte interattiva del percorso di studi e contribuire al suo ulteriore sviluppo formativo.

Ma soprattutto il corso è dedicato agli studenti di varie discipline, come per esempio business e management, beni culturali, agricoltura, geografia e sostenibilità che avranno modo di imparare alcune delle nuove abilità richieste dal mondo del lavoro, come la creatività o l’interdisciplinarità.


STRUTTURA DEL MOOC

Lo scopo del corso è fornire una panoramica delle sfide e delle opportunità del settore agroalimentare nel bacino Mediterraneo, tramite focus tematici sui seguenti argomenti:


la storia dell'agricoltura e delle sue principali caratteristiche in questi Paesi, con un focus sulla “Dieta Mediterranea” come eredità culturale intangibile,

le sfide globali in vista del raggiungimento dei Sustainable Development Goals (SDG) con un approfondimento specifico sulla regione Mediterranea,

le statistiche e i dati sull'agricoltura Mediterranea nel 21° secolo con un focus sui differenti modelli rurali, sulla relazione tra settore agroalimentare e altri settori economici, e sui principali protagonisti del commercio internazionale,

la descrizione di alcune politiche dell’Unione Europea rivolte all’area Mediterranea

bisogni professionali per far fronte alle sfide della sostenibilità e le nuove opportunità lavorative


I diversi moduli contengono una serie di lezioni pre-registrate, conferenze, quiz, discussioni, forum e altre attività. Ciascuna di queste componenti del corso può essere completata in qualsiasi momento e, a chi terminerà l’85% del percorso formativo, verrà rilasciato un certificato di completamento. 

Il MOOC è disponibile online sul sito della SDG Academy


I MODULI 

Introduzione: Prof. Jeffrey Sachs

Modulo 1. Le sfide del Mediterraneo intorno al cibo e all'agricoltura

Modulo 2. Storia dell'agri-cultura nel bacino del Mediterraneo e dieta mediterranea

Modulo 3. Riduzione della povertà, sviluppo rurale economico e sociale (modulo 6 di SDG-A MOOC "Nutrire un pianeta affamato")

Modulo 4: Pesca e acquacoltura (modulo 4 dell'SDG-A MOOC "Un Pianeta, un Oceano")

Modulo 5. Come raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG) nel Mediterraneo - La via da seguire I. Risorse idriche e gestione della pesca

Modulo 6. Come raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG) nel Mediterraneo - La via da seguire II. Sistemi di allevamento sostenibili secondo le regole ambientali e climatiche

Modulo 7. Come raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG) nel Mediterraneo - La via da seguire III. Catena del valore alimentare per lo sviluppo regionale e locale

Modulo 8. Come raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG) nel Mediterraneo - La via da seguire IV. Ridurre gli sprechi alimentari e migliorare le innovazioni dei sottoprodotti

Modulo 9. Come raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG) nel Mediterraneo - La via da seguire V. Nutrizione ed educazione

Modulo 10. Nuovi profili professionali in un contesto mediterraneo 


1 Nature, 2000
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Normativa sui Cookie.   Leggi tuttoOk