13 feb 2014

IL BCFN ACCOGLIE L’INVITO AD AFFIDARE A CARLO PETRINI IL COORDINAMENTO DEL PROTOCOLLO DI MILANO

Alla presentazione del IV Rapporto “Gli italiani, il turismo sostenibile e l’ecoturismo”, realizzato dalla Fondazione Univerde e IPR Marketing, Alfonso Pecoraro Scanio, già Ministro dell’Agricoltura e dell’Ambiente, mette in luce come sia importante che si “lavori da subito a un documento coraggioso per le conclusioni dell’Expo tenendo conto di quel Protocollo di Milano suggerito sia dal Sindaco di Milano Giuliano Pisapia sia dal BCFN, con il sostegno di Carlo Petrini. Un documento che, a mio avviso, andrebbe coordinato proprio dal fondatore di Slow Food e Terra Madre, che sia dalla parte dei contadini e degli agricoltori del mondo e che imponga anche alle multinazionali del cibo un netto cambio di strategia".

Il Protocollo di Milano è un accordo globale sull’Alimentazione e la Nutrizione presentato durante i lavori del V Forum on Food and Nutrition, da sottoscrivere a Expo2015. Si pone tre macro obiettivi: abbattimento del 50% entro il 2020 dell’impressionante cifra di 1.3 miliardi di tonnellate di cibo sprecato nel mondo attraverso campagne mirate ad accrescere la consapevolezza del fenomeno e accordi di lungo termine che coinvolgano l’intera catena alimentare a partire dalla filiera agricola; attuazione di riforme agrarie e lotta alla speculazione finanziaria, con limitazioni all'utilizzo di biocarburanti a base alimentare; lotta all’obesità, con il richiamo all’importanza dell’educazione alimentare sin da bambini e alla promozione di stili di vita sani, sull'esempio praticato da Michelle Obama negli Stati Uniti.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Normativa sui Cookie.   Leggi tuttoOk