12 apr 2018

FESTIVAL GIORNALISMO PERUGIA, FONDAZIONE BARILLA: “RUOLO DEI MEDIA CENTRALE PER VINCERE LA SFIDA GLOBALE DI NUTRIRE IL PIANETA”

• Per centrare gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile serve ripensare al cibo in modo olistico

• BCFN accresce il suo impegno: il Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione torna con tre appuntamenti a Bruxelles, New York e Milano

• Col Food Sustainability Media Award, BCFN e Thomson Reuters Foundation premiano chi affronta i paradossi alimentari (e cerca di superarli)




E’ il cibo l’elemento che accomuna - e può permettere di raggiungere - i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) dell’Agenda ONU 2030. E nei 12 anni che ci separano dal 2030 saremo chiamati a ripensare il modo in cui produciamo, consumiamo, distribuiamo e – purtroppo – sprechiamo il cibo, per centrare gli SDGs e rispettare gli Accordi di Parigi sui Cambiamenti Climatici. Se vogliamo “combattere i cambiamenti climatici” non possiamo dimenticare che la produzione agricola produce oltre il 24% delle emissioni serra. Per “sconfiggere la povertà” serve promuovere la conoscenza di tecniche agricole sostenibili, per aumentare la disponibilità di cibo nutriente, sano e disponibile anche per quelle persone che al momento non possono permettersi di avere accesso o coltivare il proprio cibo. Così come, per raggiungere la “fame zero” sarebbe utile ridurre lo spreco alimentare lungo tutto la filiera. 

In questo processo di cambiamento, il ruolo dell’informazione è centrale per arrivare a una nuova cultura del cibo: più sostenibile, sana e più equamente distribuita fra tutti gli abitanti del Pianeta. Di questo si parlerà al Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia all’incontro dal titolo “Porre fine alla povertà, proteggere il Pianeta, assicurare prosperità per tutti? La risposta è nel cibo”, organizzato da Fondazione Barilla Center for Food e Nutrition (BCFN). Le profonde trasformazioni che stiamo vivendo a livello globale (crescita demografica, sviluppo economico accelerato di alcuni Paesi emergenti, il cambiamento climatico) impongono una ridefinizione del nostro modello di produzione e consumo di cibo. Gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile rappresentano un’opportunità senza precedenti per avere un cambiamento concreto. “Fondazione Barilla è impegnata da anni a sensibilizzare e diffondere una cultura che guardi al cibo a 360°. Lo facciamo col Food Sustainability Media Award, concorso realizzato con Thomson Reuters Foundation, per premiare giornalisti (e non) che coi loro articoli, foto e video hanno posto l’accento sui paradossi del sistema alimentare proponendo soluzioni concrete per superarli; ma anche con il Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione che quest’anno si terrà a Milano, Bruxelles e New York”, dichiara Luca Di Leo, Head of Media Relations di BCFN

FOOD SUSTAINABILITY MEDIA AWARD: UN PREMIO PER RACCONTARE I PARADOSSI DEL CIBO

Media e mezzi di informazione giocano un ruolo centrale nella denuncia dei paradossi del sistema alimentare e per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di raggiungere gli SDGs. Per questo, BCFN e Fondazione Thomson Reuters hanno lanciato il Food Sustainability Media Award, per premiare chi propone soluzioni concrete per rendere più sostenibili le nostre scelte in fatto di cibo. Il premio, rivolto a giornalisti, blogger, freelance e talenti emergenti, si divide in giornalismo scritto e multimedia (video - corti e animazioni -  audio e foto). Ogni categoria premierà un lavoro inedito e uno già pubblicato, che vinceranno rispettivamente 10.000 euro e un corso di media training sulla sostenibilità alimentare organizzato da Fondazione Thomson Reuters. I lavori inediti vincitori verranno anche pubblicati sui siti della TRF e di BCFN, e saranno distribuiti attraverso l’agenzia di stampa Reuters che conta circa 1 miliardo di lettori. Tutti i finalisti saranno candidati al “Best of the web” e scelti direttamente dal pubblico. Si possono presentare i lavori fino al 31 maggio 2018, iscrivendosi al contest sul sito


IL FORUM BCFN, ANCORA PIU’ INTERNAZIONALE, SBARCA A BRUXELLES E NEW YORK 

BCFN organizza, ogni anno, il Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione, per offrire uno spazio aperto di discussione interdisciplinare sui temi della nutrizione e della sostenibilità. L’appuntamento vede esperti, opinion maker internazionali e giovani ricercatori confrontarsi per condividere evidenze, dati scientifici e best practice, con l’obiettivo di costruire un modello di alimentazione sostenibile. Quest’anno, per la prima volta, oltre a Milano (27 e 28 novembre), il Forum si terrà anche a Bruxelles, il 6 giugno con il tema: “Migrazione e sistemi agroalimentari: cause e soluzioni” e il 28 settembre a New York, all’interno della Climate Week. 


MACROGEO: CIBO E CAMBIAMENTI CLIMATICI TRA LE CAUSE CHE SPINGONO 1 MILIARDO DI PERSONE A MIGRARE

1 miliardo di persone1 nel mondo vengono considerate “migranti”2 , sia perché si spostano nel proprio Paese di nascita e residenza (760 milioni) sia perché residenti in un Paese diverso da quello di nascita (244 milioni3). In generale, ogni punto percentuale di aumento dell’insicurezza alimentare costringe l’1,9% della popolazione a spostarsi4, mentre un ulteriore 0,4% fugge per ogni anno di guerra. In questo percorso migratorio, sia in termini di sviluppo economico che di integrazione delle abitudini culturali, il cibo potrebbe ricoprire un ruolo predominante. Questo, in sintesi, l’intervento di Lucio Caracciolo, Presidente MacroGeo, che presenterà lo studio “Food & Migration. Understanding the geopolitical nexus in the Euro-Mediterranean”, realizzato insieme a BCFN per capire come la diffusione di abitudini alimentari dei migranti, in particolare dall'Africa, sta cambiando il Panorama culturale europeo. 

FOOD SUSTAINABILITY INDEX: UNO STRUMENTO UTILE PER CAPIRE DOVE IL CIBO E’ DAVVERO BUONO

Ma dove il cibo è “davvero buono” (al di là del gusto)? Dove è prodotto in maniera più sostenibile e dove ci si impegna maggiormente nella lotta allo spreco? A queste domande risponde il Food Sustainability Index, indice realizzato da Economist Intelligence Unit e BCFN, che analizza 34 Paesi in base alla sostenibilità del loro sistema alimentare. Il Food Sustainability Index nasce come strumento per capire e monitorare le prestazioni e i miglioramenti dei Paesi analizzati rispetto alle principali sfide del sistema alimentare globale (vedi http://foodsustainability.eiu.com/)

BCFN YES!: IL CONCORSO CHE PREMIA I GIOVANI RICERCATORI

A Perugia, infine, parlerà anche Laura Garzoli, vincitrice nel 2017 di “BCFN YES!”, competizione internazionale che premia i migliori progetti su “cibo e sostenibilità”. Laura Garzoli racconterà il progetto Yes!Bat, nato con l’obiettivo di incrementare le popolazioni di pipistrelli all’interno delle risaie per svolgere un’azione di controllo sugli insetti nocivi. Il progetto, mira a tutelare la biodiversità e sostenere la produzione di riso con un minor uso di pesticidi, grazie all’azione di chirosorveglianza dei pipistrelli. BCFN YES! si terrà anche nel 2018: giovani dottorandi e ricercatori post-doc5  potranno presentare - entro il 14 giugno 2018 alle 11:59 CEST - progetti di ricerca che trovano soluzioni per rendere maggiormente sostenibile il sistema agro-alimentare. In palio fino a tre borse di ricerca del valore di 20.000 euro.

 1Fonte International Organization of Migration (IOM), 2015

 2Per maggiori informazioni sulle “rotte” dei migranti consultare l’infografica allegata

 3Da intendersi tra chi cerca condizioni di vita migliori e chi - temendo a ragione di essere perseguitato per motivi di razza, religione, nazionalità, appartenenza a un gruppo sociale o opinioni politiche - si trova fuori dal Paese di cui ha la cittadinanza

4  United Nations World Food Programme: https://www.wfp.org/news/news-release/new-wfp-report-finds-food-insecurity-accelerates-global-migration  

 5Può partecipare chi ha concluso o ha un dottorato in corso, con una età massima di 35 anni al 28 novembre 2018


BCFN PRESS OFFICE c/o INC ISTITUTO NAZIONALE PER LA COMUNICAZIONE

Simone Silvi - Senior Account Media Relations - s.silvi@inc-comunicazione.it - +39 335.10.97.279

Mariagrazia Martorana - Media Relations Consultant - m.martorana@inc-comunicazione.it - +39 333.57.61.268

CONTATTI UFFICIO STAMPA

Luca Di Leo, Head of Media Relations, luca.dileo@barillacfn.com , +39 0521 2621

Valentina Gasbarri, Communication and External Relations Manager, valentina.gasbarri@barillacfn.com  , +39 338 78827


Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di inviarti pubblicità e offrirti servizi in linea con le preferenze da te manifestate nel corso della navigazione in rete. Proseguendo la navigazione sul sito mediante l’accesso a qualunque sua area o la selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un’immagine o di un link) acconsentirai all’uso dei cookie.
Al seguente link troverai la nostra informativa estesa sui cookie con la descrizione delle categorie presenti e i link con le informative delle terze parti quali titolari autonomi del trattamento nonché avrai la possibilità di decidere quali cookie autorizzare ovvero se negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookie.   Continua