10 ott 2018

FONDAZIONE BARILLA PRESENTA 9° FORUM INTERNAZIONALE SU ALIMENTAZIONE E NUTRIZIONE.

 Educazione, Buone Pratiche e Soluzioni Concrete: una roadmap di impegni, in collaborazione con UN SDSN, per lo sviluppo sostenibile

• Torna il 27 e 28 novembre al Pirelli HangarBicocca di Milano l’appuntamento sul cibo, raccontato a 360°

• Tanti speaker italiani ed internazionali sul palco del Forum: da Riccardo Valentini, membro dell'Intergovernmental Panel On Climate Change - IPCC, il Comitato per i mutamenti climatici delle Nazioni Unite, a Raj Patel, uno dei maggiori esperti sulla crisi alimentare mondiale, fino all’innovatore della sostenibilità, Marc Buckley

• Arriva “Cibo e città”: prima mappatura delle politiche alimentari più sostenibili tra le grandi città del mondo

• Si amplia il Food Sustainability Index con 33 nuovi Paesi e un focus su UE e Africa

• Viene presentato Su-Eatable life, il progetto che mira a ridurre le emissioni di CO2  e l’impronta idrica relative al consumo di cibo in Europa




Milano 11/10/2018 – Da Marc Buckley, uno dei padri della sostenibilità mondiale a Riccardo Valentini, membro dell'Intergovernmental Panel On Climate Change - IPCC, il Comitato per i mutamenti climatici delle Nazioni Unite. Da Raj Patel, scrittore, attivista e accademico inglese, considerato uno dei maggiori esperti sulla crisi alimentare mondiale a Rita Kimani, Young Leader delle Nazioni Unite per gli SDG e CEO di Farmdrive Kenya. Sono alcuni dei nomi, tra esperti e opinion maker, che quest’anno si alterneranno sul palco del 9° Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione (in programma dal 27 al 28 novembre a Milano, presso il Pirelli HangarBicocca) organizzato dal Barilla Center for Food & Nutrition. Dopo che il Forum ha fatto tappa a Bruxelles (a giugno) e a New York (settembre), torna l’appuntamento di Milano, per parlare della roadmap (e delle relative azioni concrete), di BCFN e United Nations Sustainable Development Solutions Network (SDSN), da seguire per trasformare gli attuali sistemi agro-alimentari e modelli alimentari in chiave sostenibile. Il Forum sarà anche l’occasione per condividere evidenze, dati scientifici e best practice utili a raggiungere gli SDGs dell’Agenda 2030 dell’ONU

A settembre 2019 presenteremo insieme i passi compiuti verso un migliore sistema alimentare e lo faremo a New York durante il primo Summit sugli SDGs trascorsi 4 anni dall’impegno che i 193 Paesi hanno assunto per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile entro il 2030 e il Summit sul Clima. In questo percorso ideale, il Forum di Milano rappresenta un passaggio fondamentale per centrare 4 obiettivi chiari a cui puntiamo: promuovere la conoscenza e le azioni a favore delle diete sostenibili; sviluppare modelli sostenibili sull’uso del suolo in agricoltura, nell’industria, nelle città e nelle comunità; promuovere ricerche e analisi per monitorare i progressi raggiunti da tutti i Paesi e stabilire un benchmark valido e scientifico per i decisori politici; contribuire ad un sistema educativo in grado di formare i leader di domani, per promuovere la cittadinanza globale e l’innovazione con un programma di forte dialogo con i docenti”, con queste parole Anna Ruggerini, Direttore Operativo BCFN, ha presentato la nuova edizione del 9° Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione.

TERZA EDIZIONE PER IL FOOD SUSTAINABILITY INDEX: 67 PAESI E NUOVI INDICATORI IN LINEA CON GLI SDGs

BCFN e The Economist Intelligence Unit (EIU) raddoppiano l’impegno. Per la terza edizione del Food Sustainability Index, lo strumento che aiuta a scoprire quali sono i Paesi dove il cibo è “davvero buono”, al di là del gusto. Ai 34 Paesi mappati nel 2017 (rappresentanti l'85% del PIL globale e 2/3 della popolazione mondiale), se ne aggiungeranno altri 33 fino ad arrivare a un totale di 67. Lo studio includerà i rimanenti Paesi dell’EU28 e 14 nuovi Paesi Africani, mentre la metodologia di lavoro è stata aggiornata alla luce di nuovi indicatori economici e dell’Indice degli SDGs.

CIBO E CITTA’: UNO STUDIO CHE MAPPA LE POLITICHE IN ATTO PER RENDERE SOSTENIBILI I SISTEMI ALIMENTARI

Più del 50% della popolazione mondiale vive nelle città e nel 2050 saliremo all’80%. Con la popolazione crescerà anche la richiesta di cibo. Uno scenario che gli attuali sistemi alimentari non potranno soddisfare. BCFN e MUFPP (Milan Urban Food Policy Pact) presentano lo studio “Cibo e Città”, un’analisi sul ruolo delle città nel raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. Lo studio, realizzato grazie alla collaborazione di esperti internazionali e dei responsabili delle varie municipalità, prenderà in esame 7 città: New York, Rio de Janeiro, Milano, Cape Town, Tel Aviv, Seul e Sidney, ma presenterà anche un focus regionale sull’Unione Europea. Una fotografia sullo stato dell'arte e sulle sfide che i sistemi alimentari urbani si troveranno ad affrontare (con un occhio anche alle possibili soluzioni da adottare per avere dei risultati concreti) con raccomandazioni concrete per le altre città.

SU-EATABLE LIFE: CHI MANGIA BENE AIUTA IL PIANETA. L’IMPATTO AMBIENTALE E LE ABITUDINI ALIMENTARI

Adottando una dieta sana e sostenibile si potrebbero risparmiare fino a 2900g di CO2 equivalente al giorno per persona, ossia 535 Mt di CO2 equivalente e fino a 200 miliardi di m3 di acqua all’anno, considerando l’intera popolazione europea. Il progetto Su-Eatable Life, iniziativa triennale finanziata dalla Commissione Europea, nasce per questo: ridurre le emissioni di CO2 e impronta idrica, relative al consumo di cibo in Europa, intervenendo sulle mense aziendali ed universitarie. BCFN sarà capofila del progetto europeo, operando insieme a Greenapes, Wageninen University e la Sustainable Restaurant Association. Su-Eatable Life punta a dimostrare, attraverso una serie di esperimenti svolti presso università e mense aziendali e tramite l’implementazione di un sistema informativo facile e di pronto utilizzo, che è possibile coinvolgere i cittadini dell’UE a correggere le proprie diete, al fine di apportare vantaggi per il nostro ambiente e la nostra salute. 

Per partecipare al Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione registrarsi al sito https://www.barillacfn.com/en/food_forum/international_forum/. Sarà possibile assistere al Forum live su Twitter seguendo l’hashtag #BCFNforum o l’account ufficiale @BarillaCFN. Per scoprire invece tutti gli speaker del Forum clicca su https://www.barillacfn.com/it/food_forum/international_forum/forum-2018/agenda/ 



Per informazioni Ufficio Stampa BCFN c/o INC – Istituto Nazionale per la Comunicazione: 

Simone Silvi s.silvi@inc-comunicazione.it 335 1097279 – 06. 44160881

Mariagrazia Martorana m.martorana@inc-comunicazione.it 333 5761268 – 06. 44160864

CONTATTI UFFICIO STAMPA

Luca Di Leo, Head of Media Relations, luca.dileo@barillacfn.com , +39 0521 2621

Valentina Gasbarri, Communication and External Relations Manager, valentina.gasbarri@barillacfn.com  , +39 338 7882700


La Fondazione Barilla Center for Food & Nutrition (Fondazione BCFN) è un centro di ricerca multidisciplinare che analizza le cause e gli effetti che le relazioni economiche, scientifiche, sociali e ambientali hanno sull’alimentazione. Produce contenuti scientifici che possono essere utilizzati per informare ed aiutare le persone ad una scelta responsabile per quanto riguarda alimentazione, nutrizione, salute e sostenibilità. Organismo garante dei lavori della Fondazione BCFN è l’Advisory Board. Per maggiori informazioni: www.barillacfn.com 


Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di inviarti pubblicità e offrirti servizi in linea con le preferenze da te manifestate nel corso della navigazione in rete. Proseguendo la navigazione sul sito mediante l’accesso a qualunque sua area o la selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un’immagine o di un link) acconsentirai all’uso dei cookie.
Al seguente link troverai la nostra informativa estesa sui cookie con la descrizione delle categorie presenti e i link con le informative delle terze parti quali titolari autonomi del trattamento nonché avrai la possibilità di decidere quali cookie autorizzare ovvero se negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookie.   Continua