BCFN YES! 2017: ecco i progetti finalisti per la sfida sulla sostenibilità alimentare

cibo e sostenibilità

BCFN YES! 2017: ecco i progetti finalisti per la sfida sulla sostenibilità alimentare

BCFN YES! 2017: ecco i progetti finalisti per la sfida sulla sostenibilità alimentare

La Fondazione BCFN si impegna con dedizione nella ricerca di soluzioni per affrontare le sfide alimentari del futuro: dalla lotta alla fame nel mondo e agli sprechi alimentari, fino alla promozione di uno stile di vita sano e dell’agricoltura sostenibile. Soltanto investendo su giovani e brillanti ricercatori sarà possibile garantire un futuro al nostro sistema alimentare.

Ben consapevole del ruolo fondamentale dei giovani nel tracciare la strada per uno sviluppo sostenibile, la Fondazione BCFN ha deciso di prendere attivamente parte a questa mobilitazione globale tramite il concorso BCFN Young Earth Solutions (YES), che sostiene lo scambio di conoscenze e la collaborazione tra giovani ricercatori di tutto il mondo.

BCFN YES! è un concorso internazionale rivolto a dottorandi e ricercatori post-dottorato di età inferiore ai 35 anni, provenienti da qualunque percorso di studi. I partecipanti sono invitati a proporre progetti innovativi per promuovere la sostenibilità ambientale, economica e/o sociale nel sistema agroalimentare.

La sesta edizione del concorso ha raccolto oltre cento candidature da 43 Paesi distribuiti sui cinque continenti, a dimostrazione della presenza di una solida attività di ricerca e di un forte interesse per il futuro del nostro sistema alimentare e del nostro pianeta.


image

La giuria di BCFN YES!, composta da esperti internazionali in diversi settori, ha selezionato i dieci team migliori basandosi sulla solidità scientifica, sul quadro teorico, sul grado di innovazione e sull'organizzazione del progetto di ricerca. Tutti i finalisti presenteranno la loro proposta di ricerca il 4 dicembre durante l'ottavo Forum Internazionale su Cibo e Nutrizione. In questa occasione la giuria selezionerà un massimo di tre vincitori, che saranno premiati con una borsa di studio di 20.000 Euro.

Scopriamo insieme le proposte finaliste

Joana Abou Rizk e Theresa Jeremias propongono di affrontare il problema della denutrizione attraverso uno studio prima trasversale e poi d’intervento per migliorare l'alimentazione di madri e figli. In questo modo puntano a combattere il duplice fardello della denutrizione e della fame nascosta tra rifugiati e comunità ospitanti in Libano e in Siria.
Egdar Jr Reyes mira a promuovere una miglior comprensione del rapporto tra stabilità ecosistemica delle piccole isole e sicurezza alimentare. Propone inoltre alcune misure per la protezione dell’ambiente e la sicurezza alimentare che consentano di conseguire una maggiore equità e di migliorare la qualità della vita nelle Filippine.

Il tema dell'agricoltura sostenibile nella regione africana è affrontato, seppur con approcci diversi, da vari progetti. Ebenezer Offei Ansah si propone di esaminare gli effetti delle istituzioni di mercato sui programmi di certificazione di terze parti in Ghana e, al contempo, di studiare come tali programmi di certificazione influiscano sugli intermediari e sui servizi che essi forniscono ai piccoli proprietari terrieri. Sempre in Ghana, Christian Andres ha scelto di concentrarsi sulla condivisione di Appropriate information technologies (AIT) con gli agricoltori, così da prevenire la diffusione del virus che provoca il rigonfiamento dei germogli della pianta di cacao e per superare il divario tra i sessi in termini di accesso alle informazioni legate all'agricoltura.

Ci spostiamo poi in Nigeria con Ikoko Chioma Bella, che si propone di esaminare gli effetti dei semi della papaya e della moringa nel favorire la bonifica del suolo, la resa delle colture e la produzione di biogas nelle coltivazioni di fagioli con l'occhio, con l’obiettivo di migliorare la qualità dell'ambiente, il rendimento dei raccolti e le condizioni di vita degli agricoltori. Leon Gwaka si prefigge invece di individuare le caratteristiche dei sistemi alimentari immaginati e desiderati dalle comunità rurali e di mappare le risorse disponibili a livello locale per trasformare questi progetti in realtà.

La varietà delle colture, elemento fondamentale per poter attuare strategie di sicurezza alimentare diversificate, è minacciata su più fronti. Morgane Leclercq suggerisce di considerare questa problematica come risultato dell'incoerenza tra i numerosi regimi giuridici applicabili ai semi che si riscontrano nell’Africa Occidentale e di intervenire quindi su questo pluralismo.


image

Il progetto di ricerca di Matthew Cooper prevede l'utilizzo di dati telerilevati sulle precipitazioni e sulla copertura del suolo insieme a dati sull'alimentazione globale per misurare i benefici apportati all'uomo dalle foreste e da altre aree naturali durante periodi di stress climatico.

Tornando in Italia, Laura Garzoli dice YES! ai pipistrelli. Il suo progetto di ricerca è volto a promuovere una strategia affidabile di gestione integrata di Pest Management fondata sul miglioramento dei benefici ecosistemici apportati dai pipistrelli negli ecosistemi agricoli basati sul riso. Il team composto da Giovanni Sciaccaluga, Isabella Querci e Francesca Maoli intende invece analizzare, dalla prospettiva della normativa internazionale e dell'Unione Europea, l’attuabilità di misure come una “carbon tax” (sulla carne) per ridurre il consumo di carne nelle nostre società.

Se è vero che le nuove generazioni hanno ereditato un sistema alimentare afflitto da numerosi problemi, i finalisti di BCFN YES! stanno tuttavia dimostrando che i giovani ricercatori sono determinati a cambiare lo status quo. I vari team propongono approcci diversi, ma ognuno di essi rappresenta un piccolo passo avanti verso il traguardo: un sistema alimentare sostenibile.

La Fondazione BCFN invita tutti a partecipare al Forum Internazionale su Cibo e Nutrizione del 4 e 5 dicembre, di persona o in streaming, per approfondire i vari progetti e scoprire chi saranno i vincitori dell'edizione 2017.

Katarzyna Dembska – Alumni BCFN e coordinatrice del concorso  BCFN YES! 

Approfondisci gli argomenti correlati:

Gallery

Scopri di più su cibo e sostenibilità

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Normativa sui Cookie.   Leggi tuttoOk