Una giornata per l’alimentazione sostenibile

Una giornata per l’alimentazione sostenibile

12 Ottobre 2018

Una giornata per l’alimentazione sostenibile

Il 16 ottobre le Nazioni Unite celebrano ogni anno la fondazione della FAO con la Giornata Mondiale dell’Alimentazione. Tema dell’anno: l’alimentazione sostenibile e i paradossi alimentari su cui lavora anche BCFN.

Un mondo dove nessuno soffre la fame e dove chiunque ha accesso a cibi sani e nutrienti in giusta quantità: non è solo uno degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite per il 2030, ma il vero e proprio tema centrale e cuore pulsante della prossima edizione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione che si concentra sull’alimentazione sostenibile con lo slogan “Le nostre Azioni sono il nostro futuro”.

Chiamata all’azione

Ogni 16 ottobre, in occasione della fondazione della Food and Agriculture Organization (FAO), le Nazioni Unite celebrano l’evento adottando un tema diverso. Quest’anno si sceglie di lavorare sull’alimentazione sostenibile: secondo la stessa FAO, nel mondo sono oltre 821 milioni le persone, in maggioranza donne, che soffrono la fame nonostante ci siano sul Pianeta risorse per tutti. 

image

Quasi la metà delle morti durante l’infanzia è legata alla malnutrizione, mentre la percentuale di giovani e meno giovani che soffrono di obesità è in constante aumento: sono oltre 670 milioni nel mondo, che diventano quasi 2 miliardi se si contano anche coloro che sono sovrappeso.  Ecco perché l’obiettivo dell’anno non può che essere la chiamata all’azione sul tema dell’alimentazione sostenibile, per far sì che si possa davvero incidere su processi che sembrano ormai radicati e che riguardano il rapporto tra obesità e malnutrizione.

Stare attenti allo spreco alimentare, mangiare meglio e adottare uno stile di vita e un’alimentazione sostenibile sono semplici scelte, vitali per il futuro di tutti. E soprattutto alla portata di tutti. Così la FAO, in vista degli eventi che in tutto il mondo celebreranno la Giornata mondiale, consegna un vademecum tanto semplice quanto efficace, che consta di quattro semplici regole per un mondo senza fame.


image

1. No allo spreco alimentare: congelare gli avanzi può essere un’ottima soluzione per evitare di buttare ciò che può essere ancora mangiato. Anche fuori al ristorante, un’idea intelligente è chiedere il cosiddetto “doggy bag”, e consumare il pasto a casa propria.

2. Produrre di più, con meno: se saranno mantenuti gli attuali tassi demografici, saremo oltre i 9 miliardi nel 2050. C’è bisogno di trovare un modello di agricoltura sostenibile con nuovi e più produttivi metodi di coltivazione, per dare da mangiare a tutti e allo stesso tempo migliorare la qualità dei terreni.

3. Seguire una dieta sana: un pasto con cibi sani e nutrienti può essere veloce e semplicissimo da preparare, e per questo non deve spaventare. È più facile di quanto si pensi, e può essere addirittura divertente, se si condividono con amici e parenti le proprie ricette.

4. Fare passaparola: ognuno deve fare la propria parte, e collaborare alla realizzazione di questo obiettivo, insieme. Attraverso la rete, virtuale e non, ognuno di noi può sensibilizzare sui problemi dell’alimentazione sostenibile e trovare soluzioni, promuovere programmi e dialogo con autorità e comunità.

E su questo punto, in Italia ad ora saranno 6 gli eventi in programma (tre a Roma, uno rispettivamente a Torino, Milano, Bologna) senza contare il concorso “Poster della Giornata Mondiale dell’Alimentazione 2018”: tutti i giovani, dai 5 ai 19 anni, possono dare spazio alla fantasia e inviare le loro opere entro il 9 novembre. 


Approfondisci gli argomenti correlati:

Scopri di più su cibo e sostenibilità

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di inviarti pubblicità e offrirti servizi in linea con le preferenze da te manifestate nel corso della navigazione in rete. Proseguendo la navigazione sul sito mediante l’accesso a qualunque sua area o la selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un’immagine o di un link) acconsentirai all’uso dei cookie.
Al seguente link troverai la nostra informativa estesa sui cookie con la descrizione delle categorie presenti e i link con le informative delle terze parti quali titolari autonomi del trattamento nonché avrai la possibilità di decidere quali cookie autorizzare ovvero se negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookie.   Continua