Insetti sulla tavola in Indonesia

cibo e società

Insetti sulla tavola in Indonesia

Insetti sulla tavola in Indonesia

Mentre la FAO lancia un monito per riconsiderare l’avversione all’idea che gli insetti siano degli alimenti, alcuni paesi come l’Indonesia offrono un’ampia gamma di piatti che annoverano proprio gli insetti come ingrediente principale. Il resoconto è di Zul Astri, dall’Indonesia, membro della rete Alumni BCFN. Sebbene la Fondazione BCFN promuova la dieta mediterranea, il suo impegno si concentra anche sul sostegno delle traduzioni gastronomiche locali che offrono grandi vantaggi in termini di disponibilità e sostenibilità. Una di queste tradizioni riguarda proprio il consumo di insetti nella dieta quotidiana, una pratica che può aiutare il pianeta a raggiungere gli obiettivi della Fondazione BCFN, tra i quali vi è quello di garantire a tutti la disponibilità di cibo di buona qualità in modo sostenibile.
È giunto il momento di ripensare alla nostra avversione nei confronti dell’idea che gli insetti siano degli alimenti: questo è quanto consiglia la FAO, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura, in uno studio pubblicato nel 2013 dal titolo “Insetti commestibili: prospettive future per la sicurezza alimentare e per il foraggio animale”. I valori nutrizionali degli insetti commestibili sono molto variabili, non in ultimo in seguito alla grande diversità di specie; in più, come per la maggior parte degli alimenti, i metodi di preparazione e trasformazione (essicazione, bollitura o frittura) prima del consumo influenzano a loro volta la composizione nutrizionale di questi cibi.

I valori nutrizionali
Alcuni studi sporadici hanno analizzato il valore nutrizionale degli insetti commestibili, ma tali dati non sono sempre comparabili a causa delle sopracitate variazioni tra gli insetti e a seguito delle differenti metodologie attuate per l’analisi dei composti. Inoltre, nei luoghi dove sono comunemente consumati, gli insetti costituiscono solo una parte della dieta locale con una percentuale che può variare considerevolmente; ad esempio, in alcune comunità africane gli insetti rappresentano solo il 5–10% delle proteine consumate (Ayieko and Oriaro, 2008). Tuttavia, considerando il loro valore nutrizionale, gli insetti sono ancora una fonte di cibo molto importante per le popolazioni locali. Rumpold e Schlüter (2013) hanno redatto una lista della composizione nutrizionale di 236 insetti commestibili in base alle pubblicazioni rinvenute in letteratura (basata sulla materia secca). Sebbene sia stata individuata una significativa variazione nei dati, molti insetti commestibili forniscono un soddisfacente apporto energetico e proteico, soddisfano il fabbisogno di aminoacidi dell’uomo, contengono elevate quantità di acidi grassi monoinsaturi e/o polinsaturi e sono ricchi di micronutrienti come rame, ferro, magnesio, manganese, fosforo, selenio e zinco, senza dimenticare la presenza di riboflavina, acido pantotenico, biotina e, in alcuni casi, acido folico.


Le squisitezze indonesiane
Gli alimenti tradizionali sono quelli normalmente accettati da una comunità, per abitudine e tradizione, e riconosciuti come fonti di cibo adeguate e desiderabili. I cibi tradizionali sono disponibili a livello locale e in un dato ambiente naturale grazie alla coltivazione o alla raccolta spontanea e costituiscono gli elementi base nei regimi alimentari di tutto il mondo. Per le popolazioni dell’Africa, dell’Asia e dell’America Latina gli insetti di cui si nutrono costituiscono una costante della loro dieta; per questi popoli forse gli insetti non solo rappresentano una fonte vitale di proteine a seguito dell’indisponibilità di carne convenzionale di bovino, di pollo e di pesce, ma sono considerati anche alimenti importanti, spesso delle prelibatezze. L’Indonesia è rinomata per la sua grande diversità alimentare, tanto che ogni regione ha diversi alimenti tipici. Perciò, perché non diamo un’occhiata ai piatti tipici indonesiani a base di insetti?


Larva Sago
La tribù dei Kamaro che vive a Timika Regency nella Papua Nuova Guinea non è nota solo per le famose abilità d’intaglio del legno e la splendida danza tradizionale, ma anche perché consente agli amanti dei cibi estremi di vivere un’esperienza culinaria unica, poter gustare le larve sago. La popolazione locale da tempo si nutre mangiando le larve sago crude, ma alcuni di loro le preparano bollite o sautè da affiancare alla verdura, mentre altri le usano per preparare una versione alternativa del saté.


Verme Nyale
Lombok non ha solo una spiaggia da sogno, ma è anche conosciuta per la cerimonia del Bau Nyale, dove la parola “bau” significa pescare e “nyale” è il verme di mare che solitamente viene trovato nelle cavità della scogliera. Il Bau Nyale viene catturato dalla popolazione locale in alcuni mesi dell’anno, di solito tra febbraio e marzo nella stagione in cui i vermi escono dalle loro tane. Per la popolazione locale il verme Nyale possiede proprietà benefiche per la salute.
Cavallette fritte
La zona di Gunung Kidul, nel sud della regione di Yogyakarta, presenta nella dieta locale un piatto a base di cavallette fritte che solitamente sono vendute come snack. Le cavallette fritte sono servite in una versione al naturale, oppure al gusto piccante o dolce-piccante; per il primo assaggio si consiglia la versione al naturale. Si ritiene che questo snack contenga vitamina A e proteine. Altri insetti come grilli, falene e ungkrung (larve) vengono spesso serviti come patatine.


Grilli fritti
In Tailandia è consuetudine vendere e consumare i grilli fritti, come lo è a volte in Indonesia.
Nell’area di Ciamis, nella regione Giava Occidentale, i grilli sono diventati un piatto tipico, solitamente vengono prima fritti e poi aromatizzati.


Larva di Teak
In alcune aree ricche di alberi di teak, ad esempio nella zona Giava Orientale, molte persone considerano i bozzoli o "enthung" un alimento; i bozzoli di teak vengono solitamente fritti e poi aromatizzati con spezie.


Vespe
La zona Giava Orientale è popolata da molte vespe. Per questo i contadini non buttano via ciò che resta del raccolto, che solitamente ospita le larve di vespa, ma trasformano le vespe in una prelibatezza, il ripieno di vespe Batok a cui vengono aggiunte anche spezie e cocco. In virtù del fatto che nella saggezza popolare gli insetti sono considerati ricchi di proteine, le popolazioni di alcune zone dell’Indonesia hanno incominciato a inserirle nella loro dieta usandole per la preparazione di contorni o come snack.


Conclusioni
Intorno alla pratica dell’entomofagia ruotano visioni diametralmente opposte e per questo è necessario un approccio personalizzato alla comunicazione. In quelle parti del mondo, come l’Indonesia e i tropici, dove l’entomofagia è una pratica consolidata, sono necessarie strategie di comunicazione che promuovano e preservino la tradizione dell’uso degli insetti commestibili quali valida fonte di nutrimento in modo da contrapporsi alla crescente occidentalizzazione delle diete. Nelle aree in cui la sicurezza alimentare è ancora precaria, gli insetti commestibili vanno promossi come fonte chiave di cibo e foraggio per motivi nutritivi, culturali ed economici. Tuttavia, le società occidentali sono ancora ampiamente avverse a questa pratica: sarà perciò necessario attuare delle strategie personalizzate per superare il disgusto al pensiero di mangiare degli insetti e per sfatare alcuni miti legati a questa pratica.
Sarà necessario interloquire con i governi, i ministeri dell’agricoltura e addirittura le istituzioni accademiche dei paesi sviluppati, perché l’uso degli insetti come fonte di cibo e di foraggio è ancora un punto largamente assente nelle agende politiche e di ricerca” è affermato nel documento della FAO. “Gli insetti sono ancora visti alla stregua della peste da un’ampia maggioranza di persone, nonostante la letteratura stia sempre più sottolineando il loro importante ruolo nella dieta sia degli esseri umani che degli animali”.

(con il contributo di Zul Astri, M. Humanities, rete di Alumni BCFN)

Approfondisci gli argomenti correlati:

Scopri di più su cibo e società

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Normativa sui Cookie.   Leggi tuttoOk