news

cibo e salute

Il primo BCFN stakeholder workshop sulla dieta mediterranea: I carboidrati

Per gli anni 2016-2018, il BCFN ha organizzato una serie di Stakeholder Workshop per comprende meglio le sfide dei principali nutrienti della dieta mediterranea: i carboidrati, i grassi e le proteine.

I carboidrati costituiscono, in termini quantitativi, la prima e più importante fonte energetica dell’organismo, in quanto forniscono il “carburante” necessario a tutti i tessuti. Da sempre alla base della dieta mediterranea, ufficialmente considerata un modello di alimentazione sano e sostenibile, i carboidrati, in particolare quelli “complessi”, godono di un ottimo sostegno scientifico ma, al giorno d’oggi, sempre più persone consumano un’alimentazione che non ne include la giusta quantità e qualità.
Infatti, in tempi recenti, si è potuto notare una maggior preferenza per cibi ricchi di carboidrati raffinati e zuccheri (come prodotti a base di cereali molto raffinati, dolci, succhi e bevande zuccherate in generale), che dovrebbero, invece, essere consumati con moderazione, e che sono in parte responsabili dell’epidemia mondiale di obesità. A questo si aggiunge un progressivo allontanamento dal modello mediterraneo, nel quale alimenti ricchi di carboidrati complessi, come pane e cereali, soprattutto integrali; legumi; frutta e frutta secca, vengono mangiati quotidianamente.
«Sfortunatamente – commenta Aviva Must, professoressa all’università Tufts (USA), nonché una degli esperti invitati al workshop BCFN – la popolazione tende a considerare i carboidrati dei nemici della salute. Tuttavia, questa credenza deriva da una grossolana semplificazione, che ha cercato di ridurre elementi nutrizionali complessi suddividendoli tra buoni e cattivi. Invece, ci sono tanti tipi di carboidrati. Quelli ricchi di fibra, come i cerali integrali, che promuovono la salute, mentre le diete ricche di zucchero, soprattutto quello che proviene da bevande dolcificate, sono tendenzialmente dannose. Pertanto, ritengo che considerare i carboidrati come categoria unica porti a dei problemi»1.

Fin dalla sua fondazione, il Barilla Center for Food and Nutrition (BCFN) si è sempre impegnato a mettere in evidenza paradossi come quello appena descritto e a facilitare lo scambio di opinioni, di esperienze, di informazioni e di idee sui temi dell’alimentazione sostenibile, provenienti dall’ambito della ricerca, con il mondo politico/governativo e il pubblico. Allo scopo di agevolare la comprensione degli aspetti più importanti del modello alimentare mediterraneo, per gli anni 2016-2018, sono stati organizzati tre Stakeholder Workshop a tema: carboidrati, grassi e proteine.
Il primo Stakeholder Workshop dal titolo “A tour around the Mediterranean Diet: Carbohydrates” si è svolto a Parma, alla fine di settembre. Per l’occasione, sono stati inviati 15 esperti di fama mondiale, provenienti dal mondo della ricerca e con expertise specifica su medicina, salute pubblica e nutrizione, per analizzare e fare chiarezza sulle nuove frontiere scientifiche riguardanti il ruolo dei carboidrati nell’alimentazione ed analizzare le principali sfide comunicative per il prossimo futuro. L’obiettivo, non era la definizione di nuove linee guida, ma la stesura di una call to action: un documento per la società civile, la comunità accademica e i policy maker, in grado di riassumere, in modo chiaro e scientifico, le principali criticità, riguardati il mondo dei carboidrati, nonché identificare i nuovi paradigmi da cui ripartire per individuare, tutti insieme, i passi necessari da compiere, per riappropriarsi di un’alimentazione nuovamente basata sul corretto uso dei carboidrati.
La call to action verrà presentata ufficialmente durante il 7th International Forum on Food & Nutrition, il 1 dicembre, all'Università Bocconi di Milano, e sarà consultabile pubblicamente dopo quella data.

1originale dall’inglese: «Unfortunately – said Aviva Must, professor at the Tufts University, and one of the experts invited at the BCFN workshop – there is the perception in the population that carbohydrates are not good for you and this is a gross oversimplification that tries to take complicated situations down to “good or bad”. So, there is a lot of different types of carbohydrates, some of them are very good for your health. We know that high fibre-diets promotes good health, we know that whole grains, that are rich in fibre, are good for the health. So, they are good carbohydrates. And on the other side, we know that diets that have lot of added sugar, lot of calories that are due to sugar-sweetened beverages, those diets are less healthy. So, I think the notion of carbohydrates as a single idea has probably led people in some trouble. »


Gallery

studies

cibo e salute

Articoli correlati

cibo e sostenibilità

Food Sustainability Index: per trovare il cibo veramente “buono”

Un indice frutto della collaborazione internazionale tra BCFN e l’Economist Intelligence Unit (EIU) aiuterà i policy makers, società civile, settore privato e semplici cittadini a prendere decisioni consapevoli e corrette per diffondere le buone pratiche riguardo al cibo sostenibile per la salute e per l’ambiente.
Leggi tutto
cibo e società

La ricchezza non protegge dalla malnutrizione

Il paradosso dei Paesi del Golfo emerge dai dati raccolti ed elaborati dal Food Sustainability Index: la ricchezza non manca, ma c’è una malnutrizione qualitativa legata al consumo di junk food e il diabete costituisce un rischio di morte comune, oltre a un peso non indifferente per i sistemi sanitari locali.

Leggi tutto
cibo e salute

Il cibo giusto è quello che influenza poco la glicemia

A fronte di una vera e propria epidemia di diabete di tipo 2, quello più legato agli stili di vita, gli esperti hanno sviluppato alcuni indici qualitativi per scegliere cosa mettere nel piatto. L’indice glicemico, per esempio, ci informa degli effetti dei carboidrati sulla glicemia e sulla produzione di insulina, a sua volta legata allo sviluppo di diverse patologie. Ne parliamo con Camillo Ricordi, membro dell’advisory board di BCFN e uno dei massimi esperti mondiali di diabete e nutrizione.

Leggi tutto
Questo sito utilizza cookie per inviarti comunicazioni e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.   Leggi tuttoOk