RASSEGNA STAMPA - 9/15 Novembre, 2019

CGIAR

Ridurre lo spreco alimentare riduce le emissioni ad effetto serra

Per la prima volta uno studio condotto da CGIAR ha calcolato come le misure adottate per la riduzione dello spreco alimentare lungo tutta la catena del valore sia in grado di ridurre le emissioni climalteranti. Tra i vari settori agroalimentari, quello lattiero caseario potrebbe dare uno dei maggiori contributi.  

leggi tutto

Science Times

La dieta è la migliore arma contro la depressione

I ricercatori, dopo aver condotto uno studio su un gruppo di controllo, hanno scoperto che la depressione diminuisce consumando più frutta e verdura e avvicinandosi a una dieta mediterranea. La ricerca pubblicata sulla rivista Plos One, mostra che evitare gli alimenti trasformati sostituendoli con frutta e verdura comporta meno stress e ansia. Gli alimenti ricchi di nutrienti essenziali sono infatti molto adatti a ridurre il numero di episodi depressivi. 

leggi tutto

CNBC

L'inquinamento atmosferico in India collegato a un aumento di ictus e infarti

Secondo i ricercatori che hanno condotto uno studio in un'area periurbana nell'India meridionale, l'inquinamento atmosferico nel paese è associato a un rischio più elevato di malattie cardiovascolari. Lo studio mostra che le persone più esposte alle particelle fini hanno un marker particolare che dimostra il maggior rischio di sviluppare malattie cardiovascolari come ictus o infarto. 

leggi tutto

In This Time

L'agricoltura rigenerativa è la chiave per contrastare i cambiamenti climatici

Secondo il Grain, un'organizzazione no-profit internazionale composta da piccoli agricoltori e movimenti sociali, il sistema alimentare globale produce dal 44 al 57 per cento di tutte le emissioni di gas a effetto serra. Secondo l'associazione è necessario riconvertire i sistemi agricoli e ricostituire la materia organica del suolo, ripristinandone la biodiversità. Questo si tradurrebbe in un assorbimento di carbonio e in una migliore infiltrazione e accumulo d'acqua nei suoli. 

leggi tutto

The Atlantic

Come l'allevamento di polli sta cambiando negli Stati Uniti

Da industria intensiva di pollame a fattorie per la produzione di vegetali. È questo il progetto Transfarmation nato negli Stati Uniti, che accompagna gli allevatori a una conversione industriale, per migliorare il benessere animale e incrementare la produzione di vegetali. Un modo anche per contrastare le grandi compagnie dedite all'allevamento intensivo del pollame e che riforniscono le grandi catene di fast food.  

leggi tutto

This Day / AllAfrica

In Nigeria nuovi progetti per riciclare i rifiuti

L'iniziativa lanciata dal Sahara Group, denominata Green Life, mira ad implementare la quantità di rifiuti riciclati nel paese. Secondo un recente rapporto, oltre il 40 per cento dei rifiuti domestici generati finisce per le strade o nei corsi d'acqua. Il gruppo ha annunciato che costruirà il suo primo hub di riciclaggio nella comunità in cui opera la Asharami Synergy, azienda petrolifera che opera in Africa occidentale. 

leggi tutto

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di inviarti pubblicità e offrirti servizi in linea con le preferenze da te manifestate nel corso della navigazione in rete. Proseguendo la navigazione sul sito mediante l’accesso a qualunque sua area o la selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un’immagine o di un link) acconsentirai all’uso dei cookie.
Al seguente link troverai la nostra informativa estesa sui cookie con la descrizione delle categorie presenti e i link con le informative delle terze parti quali titolari autonomi del trattamento nonché avrai la possibilità di decidere quali cookie autorizzare ovvero se negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookie.   Continua