RASSEGNA STAMPA - 6/12 novembre 2020

All Africa

In Nigeria una nuova varietà di mais resistente alla siccità

Il direttore esecutivo dell'Institute for agricultural research (IAR), Mohammed Ishiyaku, ha fatto sapere che sta collaborando con l'African agricultural technology foundation (Aatf), per sviluppare una nuova varietà di mais con un'elevata capacità di resistenza ai parassiti e tolleranza alla siccità. Si tratta della varietà geneticamente modificata nota come Tela Maize. Il capo dell'IAR ha affermato che questa varietà dovrebbe aumentare i raccolti di mais del 50 per cento. 

leggi tutto

Bloomberg

Nuovo studio mostra il futuro dell'Africa

L'Africa dovrà affrontare in futuro un maggiore numero di ondate di caldo, siccità e inondazioni e potrebbe perdere molte delle sue specie endemiche a causa dei cambiamenti climatici. Lo afferma uno studio di Greenpeace, che mostra come il continente potrebbe riscaldarsi in media da 2 a 6 gradi Celsius entro la fine del secolo. Con oltre la metà dei poveri del mondo che vive nel continente, si prevede che sarà tra le regioni più colpite dal cambiamento climatico poiché le persone hanno poche risorse per adattarsi. 

leggi tutto

Washington Post

In Danimarca scoperta una mutazione del coronavirus

Più di 250mila danesi sono tornati in lockdown nel Nord del paese, a causa di una mutazione del coronavirus che ha infettato i visoni allevati nella regione. Il governo ha ordinato l'abbattimento di tutti i 15 milioni di visoni allevati nei 1.139 allevamenti intensivi della Danimarca, per contenere la diffusione nonostante al momento non vi siano prove che queste mutazioni rappresentino un pericolo maggiore per le persone. 

leggi tutto

Straits Times

Urgente ridurre le emissioni del settore alimentare

Lo afferma una nuova ricerca che mostra come l'aumento delle emissioni di gas serra del settore alimentare mondiale renderà estremamente difficile limitare il riscaldamento globale. Per fare ciò sarebbero necessari cambiamenti rapidi e ambiziosi del sistema alimentare, come l'adozione di una dieta a basso consumo di alimenti di origine animale, l'aumento dei raccolti e dei rendimenti, e la riduzione degli sprechi alimentari. 

leggi tutto

Bloomberg

La crisi alimentare globale potrebbe portare alcuni Paesi alla carestia

È questo l'avvertimento che arriva dalle Nazioni Unite, secondo le quali le aree del Burkina Faso, della Nigeria nord-orientale, del Sud Sudan e dello Yemen dovranno affrontare una probabile carestia sia a causa dei vari conflitti presenti in quelle regioni, che alla pandemia da Covid-19 che stanno limitando l'accesso al cibo. L'insicurezza alimentare è in aumento a livello globale e altri 16 paesi sono ad alto rischio di carestia acuta. 

leggi tutto

FAO

La FAO lancia la Food Coalition

Proposta dall'Italia e guidata dalla FAO, l'alleanza globale mira a rimettere il carreggiata l'obiettivo “fame zero”, in seguito alla pandemia di Covid-19. L'obiettivo è evitare che l'emergenza sanitaria mondiale inneschi una crisi globale dagli effetti catastrofici. L'alleanza sarà istituita su base volontaria e supporterà iniziative innovative che garantiscano l'accesso al cibo, aumentino la resilienza dei sistemi agroalimentari e indirizzino i firmatari verso percorsi più sostenibili. 

leggi tutto

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di inviarti pubblicità e offrirti servizi in linea con le preferenze da te manifestate nel corso della navigazione in rete. Proseguendo la navigazione sul sito mediante l’accesso a qualunque sua area o la selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un’immagine o di un link) acconsentirai all’uso dei cookie.
Al seguente link troverai la nostra informativa estesa sui cookie con la descrizione delle categorie presenti e i link con le informative delle terze parti quali titolari autonomi del trattamento nonché avrai la possibilità di decidere quali cookie autorizzare ovvero se negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookie.   Continua