RASSEGNA STAMPA - 31 luglio/6 agosto, 2020

Forbes

Una dieta vegetale può creare posti di lavoro nei Caraibi

Uno studio congiunto dell'Organizzazione internazionale del lavoro e della Banca interamericana di sviluppo ha rivelato che la decarbonizzazione, ovvero una transizione verso un'economia a emissioni zero nette di CO2, creerebbe 22,5 milioni di posti di lavoro in America Latina e nei Caraibi (LAC) entro il 2030, di cui 19 milioni impiegati nella produzione alimentare a base vegetale. 

leggi tutto

Straits Times

Dalle locuste un alimento ricco di proteine

 L’azienda israeliana Hargol Foodtech sta effettuando ricerche per usare le locuste come alimento ricco di proteine e altri elementi essenziali per la dieta. Considerate una piaga, l'azienda vuole essere la prima al mondo ad allevarle su scala commerciale e fornire al mondo una fonte di proteine più sana e sostenibile. 

leggi tutto

South China Morning Post

La Cina aumenta le importazioni agricole

A giugno la Cina ha aumentato le importazioni di cereali, tra cui grano, orzo, mais, riso, sorgo e soia, dell'80,6 per cento. Secondo gli analisti si tratta di una scelta dettata dalle possibili interruzioni degli approvvigionamenti causate dal deterioramento delle relazioni con gli Stati Uniti e per colmare le lacune nella produzione interna. 

leggi tutto

Daily Trust / AllAfrica

Nigeria, approvata una nuova politica forestale

Il ministro dell'Ambiente Mohammed Abubakar ha recentemente presentato la nuova politica forestale nazionale, che dovrebbe aiutare il paese a gestire e sostenere le vaste risorse forestali. Secondo il ministro le nuove misure dovranno contribuire a preservare i ricchi ecosistemi nigeriani, nonché a rafforzare gli attuali sforzi per far fronte alle varie sfide del cambiamento climatico nel paese. 

leggi tutto

The Guardian

Senza stagionali l'Australia potrebbe avere carenze alimentari

La prossima estate australiana potrebbe non avere sufficienti lavoratori stagionali per i raccolti. E questo potrebbe causare carenze alimentari e un aumento dei prezzi ortofrutticoli in vari Stati federali. Per via della chiusura delle frontiere legata alla pandemia, mancano infatti migliaia di lavoratori provenienti dai Paesi vicini, così come studenti e viaggiatori che utilizzavano il visto per il lavoro stagionale. 

leggi tutto

Al Jazeera

Milioni di afgani rischiano la povertà a causa del coronavirus

Un nuovo rapporto dell'ufficio dell'ispettore generale per la ricostruzione dell'Afghanistan (SIGAR) afferma che il virus sta travolgendo il sistema sanitario del Paese, con un terzo della popolazione in crisi. La pandemia sta spingendo milioni di altri afgani verso la povertà, causando un aumento della disoccupazione, interruzioni nell'approvvigionamento alimentare a causa della chiusura delle frontiere e un aumento dei prezzi dei prodotti alimentari. 

leggi tutto

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di inviarti pubblicità e offrirti servizi in linea con le preferenze da te manifestate nel corso della navigazione in rete. Proseguendo la navigazione sul sito mediante l’accesso a qualunque sua area o la selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un’immagine o di un link) acconsentirai all’uso dei cookie.
Al seguente link troverai la nostra informativa estesa sui cookie con la descrizione delle categorie presenti e i link con le informative delle terze parti quali titolari autonomi del trattamento nonché avrai la possibilità di decidere quali cookie autorizzare ovvero se negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookie.   Continua