RASSEGNA STAMPA - 27 MARZO/2 APRILE 2021

FAO

I popoli indigeni sono i migliori guardiani delle foreste

Secondo un nuovo rapporto, i tassi di deforestazione sono significativamente più bassi nei territori dove i governi hanno formalmente riconosciuto i diritti indigeni sulla gestione della terra. Il testo, pubblicato dalla FAO in collaborazione col Fondo per lo sviluppo dei popoli indigeni dell'America Latina e dei Caraibi (FILA), mostra anche che migliorare la sicurezza del possesso di questi territori è un modo efficiente ed economico per ridurre le emissioni di CO2. Sulla base di una revisione di oltre 300 studi pubblicati, il nuovo rapporto rivela per la prima volta fino a che punto i popoli indigeni e tribali dell'America Latina e dei Caraibi sono i migliori guardiani delle loro foreste. 

leggi tutto

Starits Times

Dagli orti urbani di Singapore cibo ai più bisognosi

I residenti più in difficoltà del quartiere di Sembawang a Singapore avranno la possibilità di ricevere verdura fresca coltivata negli orti urbani. Circa 250 residenti che lavorano in 23 orti comunitari si sono uniti per pianificare come distribuire il loro prossimo raccolto, che andrà a integrare le donazioni di cibo fornite ai residenti bisognosi, ovvero beni di prima necessità come olio, sale e vestiti. 

leggi tutto

Science Times

La carne processata aumenta il rischio di demenza

Un nuovo studio mostra che consumare carne processata, come salsicce, prosciutto e pancetta, potrebbe aumentare i rischi di demenza e di malattia di Alzheimer. Lo affermano i ricercatori del Nutritional Epidemiology Group dell'Università di Leeds che hanno scoperto che una porzione giornaliera di 25 g è associata a un aumento del rischio di sviluppare demenza fino al 44%. Mentre alcuni dei partecipanti allo studio avevano già maggiori probabilità di sviluppare la malattia a causa di fattori genetici, i risultati suggeriscono che i rischi legati all’alimentazione possano eguagliare (e sommarsi) a quelli genetici. 

leggi tutto

Fast Company

Alcune aziende riportano l'impatto dei loro prodotti in etichetta

Alcuni prodotti presenti sul mercato iniziano a indicare il proprio livello di sostenibilità, in termini di impatto ambientale sul ciclo di vita. Questo include, per esempio, i dettagli sull'imballaggio, che può essere riciclabile o meno. Grazie ad un codice QR sulla confezione è inoltre possibile visualizzare online ulteriori elementi, per aiutare i consumatori a capire cosa significano i dati confrontandoli con le emissioni di altre fonti. 

leggi tutto

Washington Post

Un terzo di tutto il cibo negli Stati Uniti viene sprecato

L'impronta di carbonio degli sprechi alimentari statunitensi è maggiore di quella del settore aereo. A livello globale, il cibo sprecato rappresenta circa l'8 per cento di tutte le emissioni di gas serra. E le conseguenze ambientali della produzione di cibo che nessuno mangia sono enormi. La maggior parte degli sprechi alimentari, circa il 37 per cento, avviene in casa a causa di acquisti sbagliati, errori nella conservazione o un surplus di alimenti deperibili. 

leggi tutto

All Africa

L'Africa esorta a lavorare per una ripresa verde e resiliente

La Commissione economica per l'Africa delle Nazioni Unite ha esortato i paesi africani ad adottare misure politiche che incoraggino gli investimenti verdi volti ad aumentare la produttività per facilitare una ripresa duratura dalla crisi del coronavirus e raggiungere un'industrializzazione sostenibile. 

leggi tutto

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di inviarti pubblicità e offrirti servizi in linea con le preferenze da te manifestate nel corso della navigazione in rete. Proseguendo la navigazione sul sito mediante l’accesso a qualunque sua area o la selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un’immagine o di un link) acconsentirai all’uso dei cookie.
Al seguente link troverai la nostra informativa estesa sui cookie con la descrizione delle categorie presenti e i link con le informative delle terze parti quali titolari autonomi del trattamento nonché avrai la possibilità di decidere quali cookie autorizzare ovvero se negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookie.   Continua