RASSEGNA STAMPA - 25/30 Aprile, 2020

Al Jazeera

Fortemente ridotte le esportazioni di grano russo

Per la prima volta nelle ultime decadi, la Russia, principale esportatore mondiale di grano, ha deciso di bloccare le esportazioni almeno fino a luglio, ovvero fino al prossimo raccolto. Nel frattempo paesi come l'Egitto e la Turchia stanno cercando di aumentare gli ordini per assicurarsi la fornitura del cereale. 

leggi tutto

The Telegraph

In Belgio ci sono troppe patatine fritte

I produttori delle tipiche patate fritte belghe chiedono ai loro connazionali di aumentarne il consumo almeno a due volte la settimana, per evitare che le scorte vadano buttate. A causa della chiusura delle frontiere, dei bar e dei ristoranti, si sono infatti accumulate oltre 750mila tonnellate di patatine. 

leggi tutto

SF GATE

I ristoranti in California possono vendere cibo a patto che questo sia salutare

Dopo la chiusura avvenuta il 19 marzo, la California permetterà ai ristoranti di offrire ai clienti pasti completi, sia a pranzo che a cena. I governi locali sceglieranno quali ristoranti potranno tornare in attività e questi dovranno rispettare alcune linee guida nutrizionali. I pasti non potranno contenere troppo sodio e il pranzo e la cena dovranno essere composti da almeno una porzione di frutta o verdura fresca. 

leggi tutto

The Independent

Biodiversità. Perso un quarto degli insetti in 30 anni

Lo rivela un recente studio sulle popolazioni di insetti realizzato a livello globale. E che conferma ancora una volta un'elevata riduzione della biodiversità in atto sul pianeta. Per quanto riguarda gli insetti, il numero si aggira intorno al 24 per cento in circa 30 anni. Un tasso di estinzione che potrebbe crescere fino al 50 per cento nel giro di 75 anni. 

read all

Washington Post

A Washington DC in atto una crisi alimentare senza precedenti

Da quando il coronavirus è arrivato nella capitale, causando la chiusura delle scuole, dei negozi e di molte aziende, migliaia di persone sono rimaste senza lavoro. Questo ha fatto triplicare le richieste di aiuto al banco alimentare. Prima della crisi del coronavirus, erano circa 400mila i residenti che non erano in grado di permettersi cibo a sufficienza. Ora si prevede che il numero sarà superiore del 20 percento. 

leggi tutto

CGIAR

Oltre 135 milioni le persone che soffrono la fame nel mondo

Lo afferma il Global report on food crises, che stima siano 135 i milioni di persone in 55 paesi che abbiano affrontato livelli acuti di fame nel 2019. Si tratta del numero più alto registrato da quando esiste il rapporto, ovvero nel 2017. Nel 2018, il numero era di 118 milioni in 53 paesi. L'aumento nel 2019 delle crisi alimentari e della fame è tanto più preoccupante di fronte alla pandemia di Covid-19.  

leggi tutto

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di inviarti pubblicità e offrirti servizi in linea con le preferenze da te manifestate nel corso della navigazione in rete. Proseguendo la navigazione sul sito mediante l’accesso a qualunque sua area o la selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un’immagine o di un link) acconsentirai all’uso dei cookie.
Al seguente link troverai la nostra informativa estesa sui cookie con la descrizione delle categorie presenti e i link con le informative delle terze parti quali titolari autonomi del trattamento nonché avrai la possibilità di decidere quali cookie autorizzare ovvero se negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookie.   Continua