RASSEGNA STAMPA - 23/30 ottobre 2020

All Africa

Ecco come i cambiamenti climatici stanno cambiando l'Africa

Lo ha afferma un rapporto pubblicato dall'Organizzazione meteorologica mondiale (WMO), il primo di una serie di valutazioni continente per continente. Secondo la relazione, l'Africa si sta riscaldando progressivamente dall'inizio del secolo scorso e nei prossimi cinque anni il Nord e il Sud del continente diventeranno sempre più secchi e caldi, mentre la regione del Sahel dell'Africa occidentale diventerà più umida. 

leggi tutto

New York Times

L'Europa decide di proteggere la natura

Il Consiglio Ambiente dell'Unione europea ha approvato la proposta del presidente dell'Unione di creare aree protette per il 30 per cento della terra e dei bacini idrografici del continente entro il 2030, insieme a misure legalmente vincolanti per rafforzare la protezione delle foreste. Ma l'organo di governo europeo è stato criticato dagli ambientalisti e dagli attivisti climatici per non aver frenato i sussidi alle pratiche agricole che provocano l'inquinamento. 

leggi tutto

South China Morning Post

La Cina aumenta le importazioni di mais

Il Paese potrebbe diventare il principale importatore mondiale di mais. Il governo sta infatti discutendo i permessi per milioni di tonnellate di importazioni aggiuntive. La decisione potrebbe influenzare le catene di approvvigionamento globali che sono già state colpite dall'impatto della pandemia da Covid-19. 

leggi tutto

Business Today

L'inquinamento in India può compromettere gli sforzi contro Covid-19

Uno studio condotto dai ricercatori dell'Università di Harvard, negli Stati Uniti, a settembre, ha mostrato che un aumento di un solo microgrammo per metro cubo di PM 2,5 è associato a un aumento dell'8 per cento del tasso di mortalità da Covid-19. 

leggi tutto

The Guardian

In Nuova Zelanda mancano i lavoratori del settore latteo-caseario

Con la chiusura dei confini voluta per contrastare la pandemia anche l'economia neozelandese si è contratta del 12 per cento e in tutto il settore latteo-caseario mancano centinaia di lavoratori. Gli agricoltori e gli allevatori offrono alloggio gratuito, carne, latte miele e legna d'ardere gratuiti, ma in pochissimi rispondono agli annunci di lavoro. 

leggi tutto

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di inviarti pubblicità e offrirti servizi in linea con le preferenze da te manifestate nel corso della navigazione in rete. Proseguendo la navigazione sul sito mediante l’accesso a qualunque sua area o la selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un’immagine o di un link) acconsentirai all’uso dei cookie.
Al seguente link troverai la nostra informativa estesa sui cookie con la descrizione delle categorie presenti e i link con le informative delle terze parti quali titolari autonomi del trattamento nonché avrai la possibilità di decidere quali cookie autorizzare ovvero se negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookie.   Continua