RASSEGNA STAMPA - 17/23 luglio, 2020

Euractiv

I leader europei, il Green Deal e la ripresa sostenibile

Inger Andersen, direttore esecutivo del programma ambientale delle Nazioni Unite, in un'editoriale su Euractiv spiega che sostenere il Green Deal europeo permetterà agli stati membri di guidare un cambiamento positivo per i loro cittadini e per i partner di tutto il mondo. Si tratta di investire in un futuro più verde e più sano, compreso il taglio delle emissioni fino al 55 per cento entro il 2030. 

leggi tutto

The Guardian

Tornano a crescere le emissioni nel Regno Unito

Le emissioni di CO2 del Regno Unito hanno iniziato ad aumentare in poche settimane, dopo l'allentamento delle misure di contenimento legate a COVID-19. Le emissioni di gas serra del settore energetico e dei trasporti sono cresciute a maggio, quando un maggior numero di persone è tornato al lavoro, aumentando la domanda di combustibili fossili. L'analisi di Sia Partners mostrava che le emissioni erano diminuite del 36 per cento nelle prime quattro settimane di blocco rispetto ai dati ufficiali più recenti raccolti sulle emissioni nel 2018. 

leggi tutto

Forbes

I paesi in via di sviluppo consumano più carbone

Nei 37 paesi che compongono l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Ocse), il consumo di carbone ha raggiunto il picco nel 2007 ed è diminuito a un tasso medio annuo del 2,8 per cento negli ultimi dieci anni. Sei dei 10 maggiori consumatori mondiali di carbone si trovano nella regione dell'Asia e del Pacifico. L'Indonesia e il Vietnam hanno registrato tassi di crescita nel 2019 rispettivamente del 20 e del 30,2 per cento. 

leggi tutto

This Day / All Africa

In Nigeria 15,4 milioni di bambini rischiano la malnutrizione

L'Unicef e il Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite (WFP) hanno avvertito che nel 2020 sono attesi fino a 15,4 milioni di casi di malnutrizione acuta nei bambini di età inferiore a cinque anni nell'Africa occidentale e centrale. Secondo le Ong questi numeri rappresentano un aumento del 20 per cento rispetto alle precedenti stime di gennaio 2020. 

leggi tutto

South China Morning Post

L'Asia ha problemi con il colesterolo

Uno studio sui livelli globali di colesterolo, condotto dall'Imperial College di Londra, ha scoperto che, mentre i livelli nelle nazioni occidentali sono fortemente diminuiti, l'Asia è ora l'epicentro per quanto riguarda l'aumento dei livelli di colesterolo. Michael Chan Pak-hei, consulente onorario di cardiologia presso il Gleneagles Hospital di Hong Kong, spiega che questo dipende dall'alimentazione e dagli stili di vita, ma anche dalla diversa somministrazione dei farmaci contro il colesterolo nei paesi asiatici. 

leggi tutto

FAO

Un'azione globale per fermare l’influenza suina

Negli ultimi anni, la peste suina africana - che può causare fino al 100 per cento di mortalità nei maiali - è diventata una grave crisi per l'industria della carne, causando enormi perdite. Attualmente colpisce diversi paesi dell'Africa, dell'Asia e dell'Europa e, senza un vaccino efficace e una eventuale strategia di riconversione industriale, la malattia ostacolerà la salute e il benessere degli animali e avrà effetti dannosi sul sostentamento degli allevatori.

leggi tutto

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di inviarti pubblicità e offrirti servizi in linea con le preferenze da te manifestate nel corso della navigazione in rete. Proseguendo la navigazione sul sito mediante l’accesso a qualunque sua area o la selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un’immagine o di un link) acconsentirai all’uso dei cookie.
Al seguente link troverai la nostra informativa estesa sui cookie con la descrizione delle categorie presenti e i link con le informative delle terze parti quali titolari autonomi del trattamento nonché avrai la possibilità di decidere quali cookie autorizzare ovvero se negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookie.   Continua