RASSEGNA STAMPA - 12/18 GENNAIO 2019

Reuters

Un antico cereale africano potrebbe diventare il nuovo “super cibo”

Si tratta del fonio, un cereale di origine africana che si coltiva nelle zone rurali del Senegal del Ghana, del Mali e in altre parti della regione sub-sahariana. Il cereale è stato soprannominato in Occidente "la nuova quinoa". Un famoso chef a New York, Pierre Thiam, lo ha inserito nel proprio menù con l'obiettivo di farlo conoscere al grande pubblico e generare così maggiori entrate per gli agricoltori dell'Africa occidentale già colpiti dai cambiamenti climatici.

leggi tutto

UN News

Il mondo "non è ancora sulla buona strada" per garantire ai bambini un futuro migliore

Alcuni Stati membri delle Nazioni Unite non sono riusciti a offrire un futuro migliore ai bambini che continuano a morire prematuramente o sono vittime della povertà, della tratta e della schiavitù, secondo il capo dei diritti delle Nazioni Unite Michelle Bachelet.

leggi tutto

The Guardian

Una guida alla porizonatura del cibo

I nutrizionisti della British Nutrition Foundation (BNF) hanno prodotto una guida alle dimensioni delle porzioni per combattere l'eccesso di cibo. Lo strumento è stata progettato per integrare i consigli governativi sui diversi tipi di alimenti nell’ottica di una sana alimentazione.

leggi tutto

UK Goverment

UK: limitare la pubblicità di cibi e bevande ad alto contenuto di grassi, zuccheri e sale

Il governo sta portando avanti una consultazione pubblica sui suoi piani per limitare le promozioni di prodotti alimentari e bevande ad alto contenuto di grassi, zuccheri e sale (HFSS) agendo sul loro posizionamento nei negozi e sul prezzo. Tutti i cittadini sono chiamati a esprimere la propria opinione con un questionario online.

leggi tutto

European Court of Auditors

Il sistema di sicurezza alimentare dell’Ue è sovraccaricato

Lo afferma la Corte dei conti europea in un rapporto, esortando i responsabili politici a rafforzare la capacità di attuazione. Il nuovo rapporto, incentrato sulle sostanze chimiche, ha segnalato che l'attuazione delle leggi dell'UE sulle sostanze chimiche negli alimenti, nei mangimi e nelle piante non ha raggiunto i livelli desiderati.

leggi tutto

World Economic Forum

Rimuovere i dolci dalla casse dei supermercati può ridurre l'obesità

Una ricerca nel Regno Unito ha scoperto che il semplice atto di rimuovere gli snack zuccherati dalle casse dei supermercati ha aiutato le persone a ridurre la quantità di prodotti zuccherati che comprano. Uno studio sulle abitudini di acquisto di 30mila persone ha rilevato che nel periodo immediatamente successivo alla rimozione degli snack dalle casse, le vendite sono diminuite sensibilmente, fino a circa il 17 per cento. 





leggi tutto

The Straits Time

Gli oceani si riscaldano ad un ritmo più rapido del previsto

La temperatura degli oceani sta aumentando più rapidamente del previsto e questa è una seria minaccia per la vita marina e per la sicurezza alimentare dell'intero pianeta. Lo afferma un recente studio americano che sostiene come non ci sia stata una pausa, come si credeva, ma che invece l'aumento è decisamente significativo, in particolare tra il 2014 e il 2017.

leggi tutto

New Scientists

Effetto lusso. I giardini della classe più abbiente attirano più insetti impollinatori

Gli insetti impollinatori, come le api, sembrano preferire i quartieri più ricchi. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che i giardini nelle aree più abbienti hanno in genere una gamma di fiori più ampia. A rivelarlo è stato un team di ricerca che ha esaminato la distribuzione di piante e insetti impollinatori in quattro città del Regno Unito: Bristol, Edimburgo, Leeds e Reading. E hanno scoperto che le aree residenziali e gli orti comunitari sostenevano un numero maggiore di impollinatori rispetto ad altri tipi di aree urbane, come parcheggi, bordi stradali o aree industriali.

leggi tutto

Washington Post

Pesticidi e metalli potrebbero causare malattie cardiovascolari

È quanto afferma una ricerca americana che mostrerebbe come i lavoratori che sono stati esposti a pesticidi o metalli sul posto di lavoro, potrebbero essere significativamente più propensi a sviluppare malattie cardiovascolari. Lo studio è stato condotto in quattro città: Chicago, San Diego, Miami e New York. Gli individui che sono stati esposti ai pesticidi avevano più del doppio delle probabilità di avere condizioni come le malattie cardiache, insufficienza cardiaca o un rapido battito cardiaco irregolare.

leggi tutto

South China Morning Post

I dissalatori producono troppi rifiuti tossici

Lo afferma un recente studio, che ha analizzato i 16mila impianti sparsi nel mondo. Secondo una prima valutazione globale sarebbero maggiori i rifiuti industriali tossici che l'acqua dolce prodotta.
Secondo la ricerca per ogni litro d'acqua dolce estratta dal mare o dai corsi d'acqua salmastra, un litro e mezzo di liquame salato, chiamato salamoia, viene scaricato direttamente nell'oceano o nel terreno. 

leggi tutto

CIMMYT

Il Consorzio internazionale per il miglioramento del mais per l'Africa accelera le innovazioni sui semi

Il mais è la coltura alimentare di base più importante nell'Africa sub-sahariana, fornendo sicurezza alimentare e una fonte di reddito per oltre 200 milioni di famiglie. Tuttavia, i raccolti di mais in questa regione sono tra i più bassi al mondo. Per questo il Consorzio internazionale per il miglioramento del mais per l'Africa ha annunciato una accelerazione delle iniziative per il miglioramento della qualità delle sementi.


leggi tutto

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di inviarti pubblicità e offrirti servizi in linea con le preferenze da te manifestate nel corso della navigazione in rete. Proseguendo la navigazione sul sito mediante l’accesso a qualunque sua area o la selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un’immagine o di un link) acconsentirai all’uso dei cookie.
Al seguente link troverai la nostra informativa estesa sui cookie con la descrizione delle categorie presenti e i link con le informative delle terze parti quali titolari autonomi del trattamento nonché avrai la possibilità di decidere quali cookie autorizzare ovvero se negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookie.   Continua