RASSEGNA STAMPA - 1/7 maggio, 2020

Straits Times

L'Indonesia dovrà affrontare una stagione insolitamente secca

Molte delle coltivazioni chiave della regione potrebbero essere messe a rischio, facendo aumentare i prezzi di caffè, olio di palma e olio di cocco. Secondo il presidente Joko Widodo l'Indonesia dovrà prepararsi fin d'ora conservando l'acqua, prolungando la stagione e gestendo le scorte di alimenti di base. 

leggi tutto

Arabian Business

Negli Emirati Arabi la domanda di prodotti biologici è aumentata del 400%

I produttori di alimenti biologici negli Emirati Arabi Uniti hanno registrato un aumento delle vendite tra il 300 e il 400 per cento, crescita dovuta in particolare alla pandemia di coronavirus e all'attenzione dei cittadini per un certo tipo di alimentazione. Le varie aziende hanno visto aumentare significativamente le consegne a domicilio, nonostante le vendite all'ingrosso a ristoranti e hotel siano crollate dall'inizio delle restrizioni. 

leggi tutto

The Independent

Negli Stati Uniti razionalizzati gli acquisti di carne

Alcune delle più grandi catene di alimentari degli Stati Uniti stanno razionando gli acquisti di carne. Kroger, Giant Eagle e Costco hanno infatti deciso di ridurne l'acquisto, dopo gli ultimi casi di Covid-19 che stanno colpendo molte delle strutture produttive. Una situazione definita preoccupante, tanto che il presidente Donald Trump è dovuto intervenire per mantenere aperte le aziende nonostante la crisi sanitaria. 

leggi tutto

Al Jazeera

Il 40% dei nigeriani vive sotto la soglia di povertà

Ad affermarlo il National Bureau of Statistics (NBS), in un rapporto sulla povertà e le disuguaglianze che va da settembre 2018 a ottobre 2019. Secondo il rapporto quasi la metà delle persone del Paese più popoloso del continente africano vive con meno di un dollaro al giorno (ovvero 82,9 milioni di persone). La Nazioni Unite stimano che la Nigeria avrà una popolazione di 400 milioni di persone entro il 2050. 

leggi tutto

Food Navigator

Imballaggi ben progettati sono la soluzione per ridurre lo spreco alimentare

Un nuovo studio realizzato dai ricercatori del Service Research Centre alla Karlstad University in Svezia, dimostrerebbe che i consumatori possono ridurre lo spreco alimentare utilizzando imballaggi ben progettati (anche se di materiali plastici) e confezioni più piccole, piuttosto che preferire il plastic free. Gli imballaggi quindi rimangano uno degli strumenti principali per il trasporto e la conservazione degli alimenti. 

leggi tutto

FAO

La crisi sanitaria potrebbe causare una crisi alimentare

Il nuovo brief realizzato dalla FAO segnala che in assenza di politiche tempestive ed efficaci è probabile che milioni di persone rischino di soffrire la fame a seguito della recessione innescata dal Covid-19. Tale numero varierà in base alla gravità delle contrazioni economiche, che vanno da 14,4 milioni a 38,2 milioni di persone, o addirittura 80,3 milioni, in presenza di una contrazione davvero devastante di 10 punti percentuali in tutti i 101 Paesi che importano cibo. 

leggi tutto

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di inviarti pubblicità e offrirti servizi in linea con le preferenze da te manifestate nel corso della navigazione in rete. Proseguendo la navigazione sul sito mediante l’accesso a qualunque sua area o la selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un’immagine o di un link) acconsentirai all’uso dei cookie.
Al seguente link troverai la nostra informativa estesa sui cookie con la descrizione delle categorie presenti e i link con le informative delle terze parti quali titolari autonomi del trattamento nonché avrai la possibilità di decidere quali cookie autorizzare ovvero se negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookie.   Continua