RASSEGNA STAMPA - 9/15 GIUGNO 2018

The Telegraph

Gli scolari inglesi acquistano il pranzo dai fast food

Patatine e pollo fritto almeno una volta la settimana. È questo il pranzo degli scolari inglesi tra gli 11 e i 16 anni durante l'anno scolastico. A renderlo noto è la British Nutrition Foundation, che in un recente sondaggio ha anche scoperto che il 48 per cento degli studenti delle scuole elementari e il 39 per cento degli studenti delle scuole secondarie sono soliti mangiare tre o più snack al giorno. Di questi, il 12 per cento afferma di non conoscere quali siano i cibi più salutari.

leggi tutto

Reuters

Gli agricoltori francesi protestano per le importazioni di olio di palma

Gli accessi ad almeno tre raffinerie e ad alcuni depositi di olio combustibile sono stati bloccati da alcuni agricoltori francesi per protestare contro la decisione di Total di impiegare l'olio di palma nella produzione di biocarburanti. Ciò accade perché gli agricoltori sono preoccupati per l'impatto che questo potrebbe avere sulle colture locali, per lo più colza e girasole. Ciononostante il Parlamento europeo ha proposto di mettere fine all'uso di biocarburanti a base di olio di palma entro il 2021.

leggi tutto

Medical Daily

I neonati americani mangiano più zucchero degli adulti

I bambini americani iniziano ad assumere zuccheri aggiunti già entro il primo anno di età. Lo rivela uno studio dell'American Society for Nutrition, presentato nel meeting annuale a Boston lo scorso 10 giugno. La ricerca mostra come i bambini dai 19 ai 23 mesi di età, assumano già 7 cucchiaini di zucchero aggiunto, quando la dose raccomandata fino a 19 anni sarebbe di 6 al massimo. Una dieta ipercalorica ma priva di sostanze nutritive, come fibre, vitamine o proteine. 

leggi tutto

Reuters

Con i cambiamenti climatici a rischio le coltivazioni agricole

Verdure e legumi sempre più difficili da coltivare: a rivelarlo una ricerca della London School of Hygiene and Tropical Medicine, che ha analizzato gli studi condotti in 40 Paesi, alcuni risalenti fino al 1975, scoprendo che esiste una correlazione tra l'aumento delle emissioni, della scarsità d'acqua e delle temperature e l’abbassamento della quantità di verdure e legumi prodotti. Ciò comporta un aumento dei prezzi dei prodotti agricoli, a scapito della salute e della sicurezza alimentare delle popolazioni più povere. 

leggi tutto

FAO

Aumenta il lavoro minorile in agricoltura

Il lavoro minorile in agricoltura ha ripreso a crescere negli ultimi anni, a causa dell'aumento dei conflitti e degli eventi climatici estremi. È la FAO a lanciare l'allarme, durante la Giornata mondiale contro il lavoro minorile. Secondo l'organizzazione, questa tendenza non solo minaccia il benessere di milioni di bambini, ma mina anche gli sforzi per porre fine alla fame e alla povertà. Il numero di bambini lavoratori in agricoltura in tutto il mondo è aumentato da 98 milioni a 108 milioni.

leggi tutto

Nazioni Unite

António Guterres al G7: emergenza globale per gli oceani

Il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres, in occasione del summit del G7, riferendosi allo stato di salute degli oceani a livello mondiale, ha dichiarato che siamo di fronte ad “un’emergenza globale” e che se non verranno prese soluzioni drastiche “la quantità di rifiuti di plastica negli oceani del mondo supererà quella di pesce entro il 2050”. La dichiarazione è avvenuta a margine della firma del Plastics Charter, una carta che dovrebbe portare alla pulizia degli oceani dall'inquinamento causato dai rifiuti in plastica. 

leggi tutto

World Bank

Obbligazioni sostenibili

La Banca mondiale ha emesso obbligazioni per lo sviluppo sostenibile per sensibilizzare riguardo alla salute e all'alimentazione di donne, bambini e adolescenti. L'iniziativa serve a sensibilizzare gli investitori sull'importanza di investire nella salute e nella nutrizione di donne, bambini e adolescenti per salvare e migliorare la vita, anche emettendo Titoli di sviluppo sostenibile per evidenziare questi problemi e dimostrare come gli investimenti del settore privato possono sostenere il finanziamento dello sviluppo. Il lancio dell'iniziativa è stato contrassegnato dall'emissione di un prestito obbligazionario per lo sviluppo sostenibile per un importo di 60 milioni di CAD (equivalente a 47 milioni di dollari).

leggi tutto

World Economic Forum

G7, sui combustibili fossili sono incongruenti

Gran Bretagna, Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone e Stati Uniti - noto come il Gruppo dei Sette (G7) - si sono impegnati nel 2016 a eliminare gradualmente il loro sostegno ai combustibili fossili entro il 2025. Ma uno studio condotto dall'OldS (Overseas Development Institute) della Gran Bretagna ha scoperto che hanno speso almeno 100 miliardi di dollari l'anno per sostenere i combustibili fossili in patria e all'estero nel 2015 e nel 2016. Un comportamento contraddittorio che allontana dall’obiettivo finale.

leggi tutto

United Nations

Due nuovi Paesi chiedono aiuto alimentare

Secondo la FAO, la fame cresce in mezzo a conflitti mortali e condizioni meteorologiche avverse in molti Paesi. Il nuovo rapporto su Prospettive e situazione alimentare mostra che rispetto al rapporto precedente, uscito a marzo, sono aumentati di due unità i Paesi che richiedono assistenza alimentare esterna: si sono aggiunti Capo Verde e Senegal, per un totale di 39. 

leggi tutto

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di inviarti pubblicità e offrirti servizi in linea con le preferenze da te manifestate nel corso della navigazione in rete. Proseguendo la navigazione sul sito mediante l’accesso a qualunque sua area o la selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un’immagine o di un link) acconsentirai all’uso dei cookie.
Al seguente link troverai la nostra informativa estesa sui cookie con la descrizione delle categorie presenti e i link con le informative delle terze parti quali titolari autonomi del trattamento nonché avrai la possibilità di decidere quali cookie autorizzare ovvero se negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookie.   Continua