rassegna stampa - 5/11 maggio 2018

Reuters

L'Oms raccomanda di ridurre l'assunzione di grassi saturi e trans

Nuova raccomandazione da parte dell'Organizzazione mondiale della sanità che punta l'attenzione sull'eccessiva assunzione di grassi saturi e trans nella dieta di adulti e bambini. Per ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, alimenti come carne, burro, uova, latte di mucca dovrebbero coprire un massimo del 10 per cento delle calorie giornaliere assunte con la dieta. Ogni anno il 70 per cento degli oltre 54 milioni di morti premature, sono infatti causate da malattie cardiovascolari.

leggi tutto

FAO

L'inquinamento del suolo mette a rischi la nostra salute

Un recente rapporto redatto dall'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura e presentato durante il Global Symposium on Soil Pollution tenutosi a Roma, avverte che l'inquinamento del suolo rappresenta una preoccupante minaccia per la produttività agricola, la sicurezza alimentare e la salute umana. Già un terzo delle terre risulta essere degradato, ma ancora oggi sono pochi i dati a disposizione, in particolare per quanto riguarda i Paesi in via di sviluppo. Agricoltura intensiva, produzione industriale e una crescente urbanizzazione sarebbero le cause principali. 

leggi tutto

Malawi News Agency - AllAfrica

Il progetto Better aiuterà 26.000 contadini in Malawi

Il progetto, iniziato lo scorso anno, e implementato tra gli altri anche da Action Aid, prevede di migliorare la sicurezza alimentare dei piccoli agricoltori nel distretto di Chiradzulu in Malawi. Better (Better extension training transforming economic returns), prevede la promozione di pratiche agricole sostenibili attraverso corsi di formazione e l'impiego di adeguate tecnologie di irrigazione su piccola scala, così da aumentare la resilienza dei contadini locali. 


leggi tutto

Foodnavigator.com

Fipronil, 1 campione su 7 supera i limiti di legge

L'Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha reso noto che più di un campione su sette di uova e polli provenienti dagli Stati membri presentava residui di Fipronil, un insetticida ad ampio spettro, superiore ai limiti di legge. La maggior parte di questi provenivano dai Paesi Bassi. La sostanza non dovrebbe essere presente nella carne e nelle uova destinate al consumo umano ed è un indice di contaminazione ambientale. Il monitoraggio è partito lo scorso anno dopo che milioni di uova provenienti da Belgio e Olanda erano state ritirate a causa della contaminazione. Il Fipronil è considerato “moderatamente tossico”, ma solo se consumato in quantità elevate. 


leggi tutto

The Guardian

Qual è il vero costo della carne nella nostra alimentazione?

In una lunga elaborazione, Bibi van der Zee, giornalista del Guardian, analizza come il consumo di carne sia stato determinante per lo sviluppo della nostra società. E di come l'industria della carne oggi sia una delle principali responsabili per quanto concerne l'inquinamento dell'acqua, la deforestazione e il degrado dei suoli. Sarà il veganesimo l'unica strada possibile? O una dieta a basso contenuto di proteine animali potrebbe essere una soluzione? 

leggi tutto

CCAFS-CGIAR

In Myanmar nascono i primi Climate smart villages

L'Istituto internazionale per la ricostruzione rurale (IIRR) ha lanciato lo scorso aprile il Csv Program (Climate smart villages) in Myanmar. Un progetto, in collaborazione con il Cgiar, per fornire ai contadini locali gli strumenti per adattarsi alle nuove condizioni dettate dai cambiamenti climatici. Il Paese asiatico ne sta già vivendo gli effetti, che colpiscono soprattutto il settore dell'agricoltura: eventi meteorologici estremi e siccità prolungate stanno mettendo alla prova la sicurezza alimentare della nazione. 

leggi tutto

Commissione Europea

Budget Europeo per il Futuro

La Commissione Europea ha pubblicato un’infografica che vuole mostrare come il 25 per cento delle spese europee 2021-2027 andranno a contribuire al raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità, protezione ambientale e lotta contro il cambiamento climatico. Si tratta di un aumento rispetto al 20 per cento che era stato previsto nel periodo 2014-2020.

leggi tutto

OMS

Aggiornamento del database dell'Organizzazione mondiale della sanità sulla qualità dell'aria

Più dell'80 per cento della popolazione che vive in città è esposta ad aria che supera i limiti di inquinanti fissati dall'OMS. Il 97 per cento delle città di Paesi a basso e medio reddito con più di 100.000 abitanti non rispetta gli standard, mentre questa percentuale cade al 49 per cento nei Paesi ad alto reddito.

leggi tutto

Science Advances

Un modello climatico in grado di prevedere l'aumento della variabilità della temperatura nei paesi poveri

Tra gli aspetti più impegnativi riguardanti il cambiamento climatico ci sono gli eventi estremi come le ondate di calore. I modelli climatici proiettano costantemente l'aumento della variabilità della temperatura nei paesi tropicali nei prossimi decenni. Durante la stagione di insolazione massima, la variabilità della temperatura aumenta di circa il 15 per cento in Amazzonia e nell'Africa meridionale, e fino al 10 per cento nel Sahel, India e Sud Est asiatico. 

I Paesi che hanno contribuito meno ai cambiamenti climatici e sono più vulnerabili agli eventi estremi, probabilmente saranno anche quelli che sperimenteranno i maggiori aumenti nella variabilità.  

leggi tutto

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di inviarti pubblicità e offrirti servizi in linea con le preferenze da te manifestate nel corso della navigazione in rete. Proseguendo la navigazione sul sito mediante l’accesso a qualunque sua area o la selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un’immagine o di un link) acconsentirai all’uso dei cookie.
Al seguente link troverai la nostra informativa estesa sui cookie con la descrizione delle categorie presenti e i link con le informative delle terze parti quali titolari autonomi del trattamento nonché avrai la possibilità di decidere quali cookie autorizzare ovvero se negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookie.   Continua