RASSEGNA STAMPA - 06/12 OTTOBRE 2018

Washington Post

Nuovo rapporto dell'IPCC. Agire subito o sarà catastrofe climatica

Per limitare il riscaldamento globale al di sotto del 1,5 °C è necessario agire immediatamente e limitare le emissioni del 40 per cento entro il 2030 e arrivare a zero emissioni nette di CO2 entro la metà del secolo. Le conseguenze altrimenti sarebbero catastrofiche. È questo il messaggio che arriva dall'SR15, il nuovo rapporto redatto dall'Ipcc, il panel intergovernativo per la scienza sui cambiamenti climatici. Un messaggio ai governi per agire quanto prima.


LEGGI TUTTO

Daily Nation – All Africa

I semi locali la chiave per la sicurezza alimentare

La soluzione per raggiungere la sicurezza alimentare per i Paesi africani si basa sull'accesso alle sementi. La qualità dei semi determina la quantità di cibo raccolto e l'uso di sementi locali permette di centrare gli obiettivi per un sistema agroalimentare sostenibile. Per promuovere una gestione integrata dei parassiti e ridurre l'uso di sostanze chimiche, alcune delle quali dannose per la salute delle persone.  

LEGGI TUTTO

Bloomberg

La produzione alimentare a rischio in un mondo più caldo

Riso, grano, mais e soia a rischio con un aumento delle temperature. Il panel di scienziati dell'Ipcc ha calcolato infatti che con un aumento di 1,5 °C entro il 2030 le derrate alimentari si ridurrebbero del 10 per cento. Perdite che metterebbero a rischio la sicurezza alimentare di molti Paesi che dipendono dalle importazioni. Per alcune colture le perdite potrebbero toccare il 20 per cento, in un pianeta sempre più popolato. 

LEGGI TUTTO

The Herald

I crimini ambientali impulso per il terrorismo in Africa

I crimini ambientali come il traffico di specie selvatiche, il disboscamento illegale e il bracconaggio hanno superato il commercio di droga come fonte principale di reddito per le milizie e i terroristi in Kenya, Mali, Somalia e in altri luoghi del mondo. A rivelarlo il nuovo rapporto dell'Interpol, che mostra come, dei 30,2 miliardi di dollari di scambi illeciti, oltre il 38 per cento proviene da affari illeciti legati al traffico di legname, di minerali preziosi, carbone e specie selvatiche. A beneficiarne sono gruppi armati come lo Stato islamico, Al Shabaab, Boko Haram e i Talebani.

LEGGI TUTTO

The World Health Organization

Nasce la Carta di Belfast, per città più sane

L'European healthy cities network dell'Organizzazione mondiale della sanità ha adottato lo scorso 4 ottobre la Carta di Belfast. Si tratta di una serie di impegni presi anche a livello politico dai sindaci firmatari per sostenere gli investimenti sulla salute nelle città amministrate. Il network si impegna a promuovere la salute e il benessere dei cittadini, riducendo le disuguaglianze e dando l'esempio a livello globale. 


LEGGI TUTTO

United Nations

Rapporto ONU sulle tecnologie di frontiera e la sostenibilità

Le tecnologie di frontiera, un termine che include dalle tecnologie per le energie rinnovabili alle plastiche biodegradabili, all'intelligenza artificiale e ai veicoli elettrici, detengono un immenso potenziale per migliorare la vita delle persone e accelerare significativamente gli sforzi per raggiungere gli Obiettivi di sviluppo sostenibile e affrontare i cambiamenti climatici. Ma senza politiche appropriate, possono anche causare maggiori disuguaglianze e aumentare le dislocazioni sociali, secondo un nuovo rapporto lanciato oggi dalle Nazioni Unite.

LEGGI TUTTO

Business Wire

La plastica nell’Oceano mette a rischio l’industria

I rifiuti di plastica nell’oceano generano attivismo nei consumatori e una maggiore incertezza nell'industria, afferma IHS Markit. Il crescente movimento globale per la sostenibilità delle materie plastiche è uno dei maggiori perturbanti potenziali per l'industria delle materie plastiche e sta mettendo a rischio la futura domanda di resina plastica e miliardi di dollari di investimenti industriali.

LEGGI TUTTO

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di inviarti pubblicità e offrirti servizi in linea con le preferenze da te manifestate nel corso della navigazione in rete. Proseguendo la navigazione sul sito mediante l’accesso a qualunque sua area o la selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un’immagine o di un link) acconsentirai all’uso dei cookie.
Al seguente link troverai la nostra informativa estesa sui cookie con la descrizione delle categorie presenti e i link con le informative delle terze parti quali titolari autonomi del trattamento nonché avrai la possibilità di decidere quali cookie autorizzare ovvero se negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookie.   Continua