Soluzioni concrete per i paradossi del cibo.

Protocollo di Milano

Nicola Caputo

Nicola Caputo

Expo Milano 2015 si confronta con il problema del nutrimento dell'uomo e della terra e si pone come momento di dialogo tra i protagonisti della comunità internazionale sulle principali sfide dell'umanità.

Il Protocollo di Milano, documento programmatico di EXPO 2015, si pone l'elevato obiettivo di promuovere la sostenibilità delle abitudini alimentari e contrastare la fame nel mondo, ridurre la quantità di cibo sprecato e promuovere l'agricoltura sostenibile.

Mi sento di condividere appieno questi obiettivi. Ritengo che promuovere l'agricoltura sostenibile, sintesi di produzione efficiente di prodotti agricoli sicuri, sani e di qualità, in base a modalità che siano sostenibili dal punto di vista ambientale, economico e sociale, sia una priorità da cui non si può prescindere.

Siamo in debito di riconoscenza nei confronti delle risorse naturali del nostro pianeta. Queste ultime, facendo silenziosa - e pure così generosa - parte del nostro vissuto, vanno protette e tramandate: è questo il principale obiettivo che dobbiamo perseguire.

In qualità di Membro della Commissione per l'Agricoltura e lo sviluppo rurale e della Commissione per l'Ambiente, la Salute Pubblica e la Sicurezza Alimentare del Parlamento Europeo credo che raccogliere queste sfide e dare risposte concrete, in particolare alle prossime generazioni, sia un doveroso obbligo da cui i legislatori non possono sottrarsi.
Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Normativa sui Cookie.   Leggi tuttoOk