Coldiretti

La Coldiretti con un milione e mezzo di associati è la principale Organizzazione degli imprenditori agricoli a livello nazionale ed europeo.
Coldiretti è da tempo portatrice di una logica di concreta progettualità che va al di là dell'interesse delle imprese rappresentate e che ha generato la sua evoluzione da forza di rappresentanza a forza sociale amica del Paese.
Tutto ciò ha il suo fondamento valoriale nella centralità del cibo come bene comune e poggia oggi sul Progetto della "Filiera Agricola tutta Italiana": agricola, perché gli agricoltori sono protagonisti dal campo fino al cibo; italiana, perché realizzata solo con prodotti italiani e quale valore distintivo del Made in Italy; firmata dagli agricoltori, secondo una logica di consumo informato, trasparente e consapevole.

I LIMITI DI UN MODELLO DI SVILUPPO INTENSIVO E GLOBALIZZATO

L'attuale eccessivo divario tra coloro che soffrono la fame e coloro che subiscono i danni di un'alimentazione scorretta evidenzia i limiti di un modello di sviluppo intensivo e globalizzato che ha declassato il cibo a merce di scambio anonima e indifferenziata.
Al fine di risolvere i problemi di sicurezza sono stati sostenuti flussi di prodotti destinati a circolare secondo il criterio della maggiore convenienza, ma "ripuliti" da qualsiasi elemento di distintività e qualità (spesso di sicurezza) ed è stato sopravvalutato l'uso delle nuove tecnologie che hanno condannato alla povertà gli agricoltori e le comunità locali dei Paesi più poveri.
D'altra parte si impongono gli interrogativi e le problematiche in relazione alla effettiva consapevolezza dei consumatori su ciò che acquistano e sulla reale origine dei prodotti agroalimentari.
Informazione, educazione e consapevolezza rappresentano l'asse sul quale ruota anche la lotta agli sprechi, che non sono legati soltanto all'idea dei prodotti dell'agricoltura non raccolti o degli alimenti acquistati in eccesso che finiscono tra i rifiuti, ma sono anch'essi derivazione di un sistema di concorrenza iniquo.

CIBO, BENE COMUNE PER GARANTIRE SOSTENIBILITÀ E SICUREZZA

Il valore del cibo come bene comune è l'unico che possa garantire uno sviluppo sostenibile della produzione alimentare e coniugare i principi di sovranità e sicurezza alimentare con quelli di equità e accessibilità per tutti.
E'attorno a questo valore che il progetto di Coldiretti concilia gli interessi delle nostre imprese con i bisogni e la domanda emergente dei cittadini e della società. I mercati della nostra rete di vendita diretta Campagna Amica (la più estesa in Europa con 10 mila realtà aziendali fra mercati, fattorie e botteghe) sono espressione - nei grandi centri urbani come nei piccoli borghi - della nuova economia capace di restituire protagonismo alle imprese agricole e di generare occupazione, ma anche di migliorare la qualità della vita e delle relazioni sociali.
Per ripartire abbiamo infatti sfruttato un'occasione di successo: la filiera corta che riconquista un rapporto immediato e la fiducia del consumatore (15 milioni di italiani nel 2013) dopo che i grandi scandali alimentari hanno scosso mercati e coscienze); offre qualità e valorizzazione ai territori; veicola stili di vita sani e modelli di consumo consapevoli e responsabili; realizza minori sprechi, garantendo la freschezza e la durata dei prodotti offerti; rappresenta un trampolino di lancio per esportare i prodotti del vero made in Italy agroalimentare e soddisfare il desiderio di autenticità nel mondo.

PROGETTO COLDIRETTI: L'ITALIA TORNI A FARE L'ITALIA

Il riferimento del Progetto Coldiretti al territorio come fonte inesauribile di ricchezze e nella pluralità delle sue espressioni geografiche, esprime una via di sviluppo tutta italiana e virtuosa, perché distintiva, durevole, replicabile, che arricchisce anziché impoverire le risorse di cui si alimenta.
L'Italia e il suo futuro sono legati alla capacità di tornare a fare l'Italia, imboccando la strada di un nuovo modello di sviluppo che trae nutrimento dai punti di forza che caratterizzano il suo ricco capitale materiale e immateriale: la bellezza del patrimonio storico ed artistico, il paesaggio, la biodiversità, la ricchissima articolazione territoriale, l'originalità e la creatività, il gusto e la passione, il buonsenso e lo spirito di intraprendenza. A questi fattori si aggiunge un fattore reputazionale: quel capitale sociale che ha reso grande in tutto il mondo il "saper vivere italiano".
Il modello di agricoltura promosso da Coldiretti ha fondato su tali risorse il suo successo, ha saputo innovarsi ancorandosi al paradigma antico e non omologabile del Paese, ha prosperato saldandosi al capitale territoriale e inglobandone (oltre che preservane) il valore aggiunto. Un modello di sviluppo in cui i giovani stanno intravedendo prospettive di futuro, intraprendendo con passione e lungimiranza le loro iniziative imprenditoriali di innovazione, diversificazione produttiva, green economy.

EXPO 2015: AGROALIMENTARE E SVILUPPO SOSTENIBILE IN VETRINA

In questa cornice la disponibilità di cibo non risponde soltanto al fabbisogno alimentare quanto alla salute e alla qualità della vita delle persone (non è un caso che sempre più spesso nascano nelle città gli orti urbani dove abitanti di uno stesso quartiere si incontrano e insieme scoprono il gusto di coltivare e curare piante da frutta, erbe aromatiche e verdure), al benessere degli animali, al presidio dei territori, alla salubrità dell'ambiente.
In questa economia dei territori e delle diversità, nella nostra agricoltura di prossimità, riaffiorano pertanto le premesse naturali per lo sviluppo sostenibile: la chiave per potersi integrare nel mare della globalizzazione senza smarrirsi; l'antidoto alle scelte liberiste che premiano il solo profitto privato e le perdite collettive; i valori, gli elementi fondanti e identitari della comunità. Non è un caso, infatti, che Expo 2015 sarà l'occasione per proiettare su uno schermo globale la straordinaria messe di prodotti del nostro agroalimentare insieme ad un'idea di sviluppo sostenibile e ai valori che lo accompagnano.

http://www.campagnamica.it
http://giovanimpresa.coldiretti.it
Questo sito utilizza cookie per inviarti comunicazioni e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.   Leggi tuttoOk