Compassion In World Farming

Compassion in World Farming (CIWF) è attualmente riconosciuta come la maggiore organizzazione internazionale no-profit per il benessere degli animali d'allevamento. Fondata nel 1967 da un allevatore inglese preoccupato dalla crescente intensificazione dei sistemi d'allevamento, oggi CIWF lavora per porre fine a tutte le pratiche intensive di allevamento.

Tra i risultati ottenuti finora, le attività di CIWF hanno portato l'Unione Europea a riconoscere gli animali come esseri senzienti, capaci di provare dolore e sofferenza. Altri importanti traguardi raggiunti comprendono la messa al bando delle gabbie di batteria convenzionali per le galline ovaiole, dei recinti individuali per i vitelli e delle gabbie di gestazione per le scrofe per l'intero periodo della gravidanza. CIWF, inoltre, crede nell'importanza di instaurare collaborazioni positive con le aziende del settore alimentare, per stimolare la transizione verso una filiera produttiva che sia sempre più sostenibile ed etica. Per raggiungere tale scopo, il team del Settore Alimentare di CIWF lavora con alcune delle più importanti aziende globali (supermercati, produttori e società di ristorazione).

L'allevamento intensivo non rappresenta solo una pratica negativa per gli animali, ma un sistema pericoloso, ingiusto e scorretto, le cui conseguenze spaziano dal cambiamento climatico alla perdita di biodiversità e di sicurezza alimentare. Con l'aumento delle pressioni sulle risorse naturali disponibili, CIWF crede che sia insostenibile continuare ad allevare così tanti animali in sistemi così intensivi, nutrendoli con alimenti che potrebbero essere usati per il consumo umano.
Questo sito utilizza cookie per inviarti comunicazioni e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.   Leggi tuttoOk