Soluzioni concrete per i paradossi del cibo.

Protocollo di Milano

Il Protocollo di Milano a
Expo Milano 2015

Nel corso del 2014, Fondazione BCFN ha redatto il Protocollo di Milano, un documento che analizza le criticità rappresentate dai paradossi del cibo e propone soluzioni concrete. L’obiettivo del Protocollo di Milano è sensibilizzare il governo, le istituzioni e l’opinione pubblica sull’urgenza di agire per raggiungere una maggiore sostenibilità alimentare.

In occasione di Expo Milano 2015, il Protocollo di Milano è stato siglato da organizzazioni, istituzioni, esperti e opinion leader nazionali e internazionali. Un gesto che testimonia l’impegno per affrontare il tema della sostenibilità alimentare in modo pragmatico, attraverso iniziative che coinvolgano cittadini, operatori economici e istituzioni.

Il Protocollo di Milano a Expo Milano 2015

Insieme per combattere i paradossi del cibo

Il Protocollo di Milano nasce per trovare soluzioni condivise per i tre grandi paradossi del cibo, individuati da Fondazione BCFN. Tre paradossi, tre criticità da superare per una migliore sostenibilità alimentare: il rapporto tra obesità e malnutrizione, l’utilizzo delle risorse naturali e lo spreco di cibo.

Il primo paradosso mostra come il cibo prodotto viene distribuito in modo non omogeneo, con 795 milioni di persone che soffrono la fame e 2,1 miliardi di persone obese o in sovrappeso.

Il secondo paradosso rivela che il 40% delle risorse mondiali di cereali sono utilizzate per sostenere allevamenti e carburanti, mentre potrebbero sfamare la popolazione mondiale.

Il terzo paradosso pone l’attenzione sullo spreco di cibo: sprechiamo un terzo della produzione mondiale di cibo, quattro volte superiore alla quantità necessaria per sfamare le persone denutrite.

Insieme per combattere i paradossi del cibo

Da queste analisi nasce il Protocollo di Milano, che promuove stili di vita sani volti a combattere fame e obesità, favorisce l’agricoltura sostenibile e sensibilizza verso la riduzione dello spreco alimentare del 50% entro il 2020, in linea con i Sustainable Development Goals individuati dalle Nazioni Unite.

Insieme per combattere i paradossi del cibo

Studi correlati

Il Protocollo di Milano tratta argomenti condivisi con Istituzioni e Organizzazioni, che hanno raccolto i loro studi in documenti di analisi e di ricerca. Fondazione BCFN li propone per offrire ulteriori spunti di approfondimento, utili a comprendere ancora meglio le questioni collegate al tema della sostenibilità alimentare.

Water, food security and human dignity

Water, food security and human dignity

Scarica
Developing the knowledge, skills and talent of youth to further food security and nutrition

Developing the knowledge, skills and talent of youth to further food security and nutrition

Scarica

Sostenitori

Il Protocollo di Milano è un documento condiviso con un’autorevole platea di Organizzazioni, Istituzioni ed esperti nazionali e internazionali che hanno contribuito alla stesura e siglato le conclusioni.

Esperti

Articoli correlati

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la Normativa sui Cookie.   Leggi tuttoOk