Doppia piramide per bambini

C’è una grande diffusione tra i bambini di età compresa tra i 6 e i 10 anni di abitudini alimentari che non favoriscono una crescita armonica, predisponendoli all’aumento di peso. È stato infatti osservato come solo l’1% dei bambini possieda abitudini alimentari in linea con quanto raccomandato da una corretta piramide nutrizionale; l’introito calorico giornaliero della maggioranza dei bambini osservati in età scolare è non solo superiore alle loro esigenze, ma anche principalmente orientato al consumo di grassi e zuccheri (soprattutto nei bambini caratterizzati da una tendenza all’obesità), a scapito di frutta e verdura.
Fondazione BCFN - La doppia piramide per i bambini
Fondazione BCFN - Alimentazione sostenibile per i bambini
Quale conclusione del suo lavoro di approfondimento sui temi della nutrizione e della crescita dei bambini, la fondazione BCFN ha realizzato una sintesi di macro-linee guida che dovrebbero essere seguite per adottare un’alimentazione e uno stile di vita adatti a favorire uno sviluppo sano del bambino e dell’adolescente. Come nel caso degli adulti, anche l’alimentazione dei bambini e degli adolescenti dovrebbe essere basata prevalentemente su alimenti di origine vegetale, in particolare i diversi cereali, soprattutto integrali, molto importanti per il contenuto di fibra e componenti protettivi, frutta e verdura. A salire progressivamente troviamo i legumi, il latte e i suoi derivati, le uova (preferibilmente nelle versioni magre) così come le carni e il pesce, fino poi ad arrivare a prodotti con più alto contenuto di grassi e zuccheri, per i quali si consiglia una frequenza relativa di consumo ridotta. La necessaria assunzione di grassi insaturi andrebbe coperta da pesce e frutta secca, utilizzando olio extravergine di oliva per i condimenti.

doppia piramide per adulti

Con il modello della Doppia Piramide Fondazione BCFN vuole dimostrare che l’adozione di un modello alimentare in linea con le raccomandazioni elaborate dai nutrizionisti, come quello della dieta mediterranea, permette di conciliare la salute della persona con quella dell’ambiente, senza alcun impatto negativo sull’economia.

Partendo dalla base verso il vertice, troviamo la frutta e gli ortaggi, in quanto alimenti dal ridotto contenuto calorico e che forniscono all’organismo acqua, carboidrati, vitamine, minerali e fibra. Proseguendo nel percorso incontriamo cereali e derivati, come il pane e la pasta, le patate e i legumi. La pasta è un alimento ricco di amido, con un discreto contenuto di proteine e con una quota lipidica irrilevante.

Fondazione BCFN - La doppia piramide per gli adulti
Fondazione BCFN - Alimentazione sostenibile per gli adulti

Il riso, come tutti i cereali, ha un elevato contenuto di amido, un basso contenuto di proteine e uno ancora più ridotto di grassi; contiene, inoltre, piccole quantità di vitamine del gruppo B e minerali. La patata è ricca di amido e carboidrati, ha un contenuto molto esiguo di grassi e proteine, rappresenta una delle fonti più importanti di potassio e fosforo. Il pane è un alimento di prima necessità, in quanto apporta all’organismo la quota necessaria di carboidrati. I legumi, infine, sono gli alimenti vegetali a più alto contenuto proteico e presentano anche un elevato contenuto in fibra; inoltre, forniscono proteine di ottima qualità – in quanto ricche di aminoacidi essenziali e facilmente digeribili – e sono una buona fonte di vitamine del gruppo B (soprattutto B1, niacina e B12) e di minerali quali ferro, calcio e zinco, e rappresentano un’alternativa al consumo di carne.

Successivamente, nella piramide troviamo l’olio extravergine di oliva, che è composto da trigliceridi (ricchi di acidi grassi monoinsaturi), acidi grassi essenziali, vitamina E, polifenoli e fitosteroli (che esplicano azioni protettive per l’organismo umano). Risalendo ancora troviamo il latte e lo yogurt.

Le vitamine presenti nel latte in quantità consistenti sono la A, la B1, la B2, la B12 e l’acido pantotenico. Il latte, inoltre, è la fonte principale di calcio per la nutrizione umana. Lo yogurt, come il latte, è un alimento ad alto valore nutrizionale ma può essere più digeribile per chi è intollerante al lattosio per la presenza di lattasi batterica.

Al livello superiore della piramide troviamo un vasto raggruppamento di prodotti fra loro diversi, come i formaggi, le carni bianche, il pesce, le uova e i biscotti. I formaggi contengono proteine e grassi, mentre è quasi nullo il contenuto di carboidrati. Di particolare interesse è il contenuto di calcio, presente in una forma altamente biodisponibile, che contribuisce in modo rilevante a soddisfare il fabbisogno nell’organismo umano.

Il pesce contiene proteine di elevato valore biologico e quantità variabili di grassi, che possono raggiungere anche il 10% del peso. Nei grassi dei pesci sono presenti gli acidi grassi polinsaturi; la famiglia degli acidi grassi omega-3, in particolare, è ritenuta benefica nella prevenzione delle malattie cardiocircolatorie. Le uova contengono proteine a un valore biologico così elevato che per anni la composizione proteica dell’uovo è stata il riferimento per valutare la qualità delle proteine degli altri alimenti. I biscotti sono costituiti da più ingredienti e hanno una composizione in termini di nutrienti e un valore energetico estremamente variabili; a livello generale, è importante il contenuto in zuccheri semplici, mentre è molto variabile il contenuto di grassi, mediamente tra circa il 9 e il 25%. Il consumo di carne, in particolare magra, è importante perché contribuisce all’apporto di proteine di elevata qualità. Il contenuto in grassi è variabile: può risultare quasi nullo o vicino al 30%, in base alla tipologia della carne, e sono prevalentemente saturi e monoinsaturi, mentre pochi sono quelli polinsaturi: è quindi da preferire il consumo delle carni bianche e moderare il consumo delle carni rosse, come mostrato nelle numerose versioni di piramidi alimentari dei diversi istituti nazionali e internazionali che le posizionano al vertice, così come per i dolci che, essendo ricchi di grassi e di zuccheri semplici, sono da consumare con moderazione.

L’impatto ambientale della nostra alimentazione può variare, anche in modo significativo, a seconda di quello che mettiamo nel piatto. Partendo da questa considerazione, e con l’obiettivo di declinare il modello della Doppia Piramide sulla vita di tutti i giorni, la Fondazione BCFN ha deciso di analizzare gli impatti di tre menù settimanali, equilibrati dal punto di vista nutrizionale e con un contenuto calorico equivalente. Il menù sostenibile comprende sia la carne (prediligendo quella bianca) che il pesce, facendo attenzione al giusto bilanciamento tra proteine di origine vegetale e animale. Nel menù vegetariano sono esclusi carne e pesce, le fonti proteiche sono di origine vegetale (legumi) e quelle di origine animale derivano da formaggio, latticini in generale e uova. Infine, il menù a base di carne contempla un consumo maggiore di proteine di origine animale.

Il menù sostenibile della Fondazione BCFN e quello vegetariano presentano entrambi impatti ambientali minori rispetto a quello di carne. In concreto, se nell’arco di un anno una persona evitasse di mangiare la carne per due giorni a settimana, si avrebbe un risparmio di 310 kg di CO2 all’anno. Se addirittura tutti i cittadini italiani non mangiassero carne per un solo giorno a settimana, si avrebbe un risparmio totale di 198 mila tonnellate di CO2, pari al consumo elettrico annuo di quasi 105 mila famiglie o a 1,5 miliardi di km in auto. Praticamente, un piatto di carne in meno alla settimana permetterebbe di togliere dalla strada tre milioni e mezzo di auto per un anno.

Il valore della piramide alimentare e ambientale è duplice: da un lato rappresenta un’eccellente sintesi delle principali conoscenze acquisite dalla medicina, dagli studi sull’alimentazione, dall’impatto che le nostre scelte hanno sul nostro Pianeta, mentre dall’altro è un potente strumento di educazione al consumo grazie alla sua grafica semplice e intuitiva.

Fondazione BCFN - Diete sostenibili
Fondazione BCFN - La doppia piramide per un'alimentazione sostenibile

LA DOPPIA PIRAMIDE - PER UN'ALIMENTAZIONE SOSTENIBILE


Contribuisci anche tu alla divulgazione della Doppia Piramide Alimentare e Ambientale e condividi le raccomandazioni per un’alimentazione sana e sostenibile. Scarica, utilizza e condividi le infografiche che trovi qui. In caso di riproduzione con ogni mezzo, ti invitiamo a compilare il modulo per richiedere autorizzazione indicando l’utilizzo.
download Infografiche pubblicazione

Articoli correlati

cibo e società

BCFN Forum 2016: mangiare meglio, mangiare meno, mangiare tutti

Un susseguirsi di spunti di riflessione, dati scientifici e idee innovative. Tutto questo e molto altro nel corso della settima edizione del BCFN Forum su Cibo e Nutrizione svoltosi a Milano lo scorso 1 dicembre.
Leggi tutto
cibo e sostenibilità

Sfide e successi dei sistemi alimentari globali

Il 16 novembre 2016 il Food Tank, in collaborazione con il Chicago Council on Global Affairs e la University of Chicago Booth School of Business, ha organizzato il primo Chicago Food Tank Summit annuale. Dopo le due edizioni passate tenutesi nel 2016 a Sacramento in California e a Washington, D.C., il summit di Chicago è stato il terzo di una serie di eventi che riuniscono i leader del cambiamento e della sostenibilità nei sistemi alimentari per mettere in luce sia le difficoltà da affrontare che possibili soluzioni innovative in relazione ai problemi ambientali, sociali ed economici nei sistemi alimentari globali.
Leggi tutto
cibo e salute

Teaching kitchen: cucinando s’impara…la salute

Uno stile di vita fatto di attività fisica e alimentazione sana è la base sulla quale costruire la propria salute, ma la teoria non basta: tutti, medici inclusi, devono “sporcarsi le mani”, magari in cucina.
Leggi tutto
Questo sito utilizza cookie per inviarti comunicazioni e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.   Leggi tuttoOk